Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

DA PALERMO LA CAMPAGNA "MEGLIO BELLI CHE BULLI"


DA PALERMO LA CAMPAGNA 'MEGLIO BELLI CHE BULLI'
20/09/2008, 10:09

La prefettura di Palermo ha promosso per l’anno scolastico 2008-2009 un progetto educativo  rivolto al mondo della scuola, in collaborazione con l’assessorato regionale alla Pubblica Istruzione. La campagna di comunicazione  denominata “Meglio belli che bulli", coinvolge le ultime classi della scuola primaria e le scuole secondarie di primo grado della provincia, con l’intento di sensibilizzare i più giovani, attraverso forme di comunicazione e linguaggio a loro vicini, ai valori del rispetto, dell’onestà e dello star bene insieme in modo responsabile. 'iniziativa, che prevede la distribuzione nelle scuole di materiale informativo di immediata comprensione (cartelloni, adesivi, T-shirt), intende contribuire a trasmettere creativamente e costruttivamente modelli positivi e di “sana normalità”, presentando come ridicoli alcuni modi di essere, spesso proposti o percepiti come affascinanti e di successo, come fare il bullo, bere alcolici per divertirsi insieme, fare parte di gruppi criminali per sentirsi forti.  Una équipe specializzata in formazione e statistica curerà la rilevazione dei risultati dell’iniziativa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©