Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

D’Anolfo (Ugl) su Irisbus

Chiesta proroga cig come ‘ponte’ verso progetti industriali

D’Anolfo (Ugl) su Irisbus
01/08/2013, 13:48

ROMA - “La proroga della cassa integrazione è il ponte da costruire per poter condurre i lavoratori verso nuove, solide prospettive. Per questo, all’incontro di oggi abbiamo chiesto a Fiat di impegnarsi affinché dal 1° gennaio 2014 i dipendenti Irisbus di Valle Ufita possano continuare ad usufruire del sostegno economico degli ammortizzatori sociali”.

Lo ha dichiarato il segretario nazionale Ugl Metalmeccanici, Antonio D’Anolfo, al termine dell’incontro al ministero dello Sviluppo Economico, al quale ha partecipato insieme al segretario provinciale Ugl Metalmeccanici Avellino, Antonio Oliviero, e a una delegazione di rsa e lavoratori dell’azienda.

“Purtroppo - prosegue il sindacalista - restano le preoccupazioni sul futuro del polo avellinese: il prossimo 31 dicembre scadrà la cassa integrazione straordinaria e, dopo i prepensionamenti e gli esodi incentivati, ci sono ancora circa 300 lavoratori in attesa di una ricollocazione. Apprezziamo dunque la disponibilità mostrata da Fiat alla richiesta di proroga degli ammortizzatori sociali, ma occorre fare di più: oltre al sostegno economico, abbiamo chiesto alle istituzioni coinvolte di vagliare tutte le possibilità, in modo tale che al prossimo incontro, che si terrà a settembre, si possa avviare finalmente una nuova fase di discussione su progetti imprenditoriali e investimenti. C’è un patrimonio produttivo che va salvaguardato nell’interesse del settore e del territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©