Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

DON MEROLA INCONTRA GLI STUDENTI DEL CILENTO


DON MEROLA INCONTRA GLI STUDENTI DEL CILENTO
30/11/2008, 10:11

 

Il giorno dopo l’operazione dei carabinieri contro l’evasione scolastica nel Cilento, il noto sacerdote anti-camorra Don Luigi Merola ha incontrato a Vallo della Lucania gli studenti di due istituti superiori. Il sacerdote, ieri mattina, all’interno del cine-teatro “La Provvidenza”, ha parlato agli alunni del Liceo Classico e dell’Istituto Psicopedagogico. Una vera e propria lezione di legalità, durante la quale, don Merola ha raccontato la sua esperienza napoletana, soffermandosi anche sul problema dell’evasione scolastica e sull’uso sempre più diffuso tra i ragazzi di sostanze stupefacenti. Il dibattito, organizzato dagli alunni dell’Istituto Psicopedagogico, ha preso il via dopo la proiezione del film Gomorra, tratto dal libro best seller dello scrittore Roberto Saviano. Alla conferenza ha preso parte anche il capitano dei carabinieri Daniele Campa. Don Luigi Merola, che oggi vive sotto scorta, è stato impegnato per oltre sei anni a Forcella, quartiere storico di Napoli soggetto alla criminalità organizzata, ha  esortato gli studenti a non far dipendere la vita da falsi ideali, a non prestare attenzione alla televisione spazzatura e di non fare un cattivo utilizzo di Internet: “Ho accettato con piacere di partecipare a questo incontro – ha spiegato il sacerdote - perché i ragazzi vanno sempre aiutati e sostenuti. Partecipare a questi incontri non significa non fare scuola. La scuola non è solo nozionistica ma è  formazione, è libertà. L’illegalità è diffusa dove c’è ignoranza – continua don Merola – per questo dico sempre agli studenti di non alzarsi tristi al mattino per recarsi a scuola. Essere preti – dice il sacerdote - significa stare in mezzo alla gente, lavorare a tempo pieno. A Forcella abbiamo avuto un riscatto perché abbiamo rotto le scatole, abbiamo alzato la voce, fatto denunce”. La giornata cilentana di Don Luigi Merola si è conclusa con un secondo incontro alle 17 presso l’aula consigliare del comune di Sapri. Un incontro organizzato dal movimento cittadino “Sapri Democratica” e dedicato alla figura di Maria Russo, un’insegnante saprese deceduta poche settimane fa.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©