Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Drammatica crisi per lo spettacolo in Campania

Tagli alle risorse compromettono futuro centinaia imprese

Drammatica crisi per lo spettacolo in Campania
16/07/2013, 17:15

Indetta d’urgenza una conferenza stampa all’AGIS di Napoli, venerdì 19 luglio (ore 12, piazza del Gesù 33) per rendere noto il drammatico stato in cui versano in Campania tutte le attività dello spettacolo.

I drastici e inattesi tagli operati dalla Regione Campania alla Legge 6/2007 con la quale viene assicurato il sostegno all’attività continuativa degli organismi di spettacolo - che si aggiungono a quelli già operati a livello nazionale sulle risorse del FUS e del Tax credit - rendono disastrosa la situazione di moltissime aziende del settore compromettendone in maniera determinante ed irreversibile il prosieguo delle attività.

L’incontro con la stampa e con i rappresentanti delle centinaia di imprese culturali della regione avrà inizio con la relazione del presidente dell’Unione AGIS Campania, Luigi Grispello, ed accoglierà gli interventi dei rappresentanti di tutte le associazioni aderenti.

“Denunciamo all’attenzione della pubblica opinione e delle istituzioni – sottolinea il presidente Grispello -  lo stato di gravissima crisi in cui versano le aziende del settore a seguito dei tagli inopinatamente e improvvidamente operati nel bilancio gestionale della Regione Campania alle risorse di cui alla Legge 6/2007, che comporteranno la chiusura di numerose sale e luoghi di spettacolo e il blocco delle attività di produzione teatrale e musicale. Chiediamo, pertanto, un incontro urgente con il Presidente Caldoro, nella sua qualità di titolare dello Spettacolo, cui richiedere, attraverso un’apposita variazione di bilancio, il reintegro delle risorse tagliate ad un settore potenzialmente straordinario volano di sviluppo”.  

Commenta Stampa
di Giulia Varriale
Riproduzione riservata ©