Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Dipendenti pubblici i più assenteisti

E' maggio il mese delle assenze sul lavoro


E' maggio il mese delle assenze sul lavoro
18/06/2010, 21:06

ROMA - Assenze per malattia in aumento nella Pa a maggio. I dipendenti pubblici, rispetto allo stesso mese dello scorso anno, sono stati a casa per un 8 per cento in più, mentre le assenza per malattia superiori a 10 giorni sono diminuite del 12,2 per cento e quelle per altri motivi del 7,7 per cento. Le stime, realizzate da Palazzo Vidoni sui numeri inviati da 4.478 amministrazioni, escludono come sempre i comparti scuola, università e pubblica sicurezza. Il ministero parla di “fase di assestamento del fenomeno” dopo che l’applicazione della legge n. 133/2008 “ha portato a una riduzione media delle assenze del 38 per cento”. “Nel secondo anno di applicazione (giugno 2009-maggio 2010) - sottolinea una nota del ministero guidato da Renato Brunetta - si registra infatti una riduzione delle assenze per malattia pro-capite del -30,2 per cento rispetto ai valori prevalenti prima dell’entrata in vigore della norma (giugno 2007-maggio 2008)”. Per quanto riguarda le assenze per malattia, a maggio gli aumenti più importanti si registrano nelle Aziende Ospedaliere (+19 per cento), nelle Amministrazioni comunali (+12,6 per cento) e in quelle provinciali (+11,9 per cento), mentre gli eventi di assenza superiori a 10 giorni diminuiscono soprattutto nei Ministeri, Presidenza del Consiglio e Agenzie fiscali (-39,6 per cento), nelle altre Pa centrali (-34,4 per cento) e nelle Regioni e Province autonome (-12,2 per cento). Le assenze per altri motivi si riducono perlopiù nel settore Sanità (-16,8 per cento nelle Aziende sanitarie locali e -11,2 per cento nelle Aziende ospedaliere), Ministeri, Presidenza del Consiglio e Agenzie fiscali (-5,3 per cento) e nelle Amministrazioni provinciali (-3,2 per cento) mentre crescono nelle altre Pa centrali (+13,6 per cento) e negli Enti di Previdenza (+10,5 per cento). A livello territoriale le assenze per malattia toccano il punto più alto nel Nord Ovest (+15,4 per cento) e il più basso al Sud (+0,7 per cento) e invece quelle per malattia superiori a 10 giorni registrano forti contrazioni nelle Regioni del Centro (-28,7 per cento), così come avviene nel Mezzogiorno (-13,9 per cento) per quanto riguarda le assenze per altri motivi.
 
Andando a curiosare tra i numeri, emerge il calo delle assenze per malattia al ministero delle Infrastrutture (-20,3 per cento), alla Regione Valle d’Aosta (-16,6 per cento), alla Provincia di Milano (-60,9 per cento) e di Rovigo (-53,3 per cento). Tra i Comuni spicca invece il -89,4 per cento di Cortina d’Ampezzo e il -73 per cento di Monopoli. Record mensile di riduzione dell’assenteismo per malattia anche nelle Asl di Caltanissetta (-65,9 per cento), di Foggia (-41 per cento) e di Chioggia (-40,2 per cento). In aumento invece i dipendenti pubblici malati che lavorano al ministero della Difesa (19,4 per cento) e a quello della Giustizia (+14,5 per cento), all’Enam (+36,4 per cento), all’Inail (+16,2 per cento), all’Inps (+9,4 per cento) e all’Inpdap (+8,2 per cento).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©