Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

EduMobile, la tecnologia incontra l’ecologia


EduMobile, la tecnologia incontra l’ecologia
31/01/2012, 14:01

Al via domani all’Università degli Studi della Calabria il progetto patrocinato dal Ministero dell’ambiente e supportato da BMW Group Italia per la ricerca sulla mobilità sostenibile che premierà 15 studenti degli atenei coinvolti con stage e borse di studio “ONE@campus”

La mobilità sostenibile è un tema che fa parte da sempre della strategia del BMW Group. L’impegno costante della Casa di Monaco per la riduzione delle emissioni e la gestione intelligente del traffico e delle soluzioni innovative è iniziata a partire degli anni Settanta con un approccio olistico e integrato. Negli ultimi anni questa filosofia è stata ripetutamente riconosciuta a livello internazionale; dal 2005 infatti il BMW Group è il leader di settore nel Dow Jones Sustainability Report che valuta le migliori aziende di tutto il mondo in tema di sostenibilità nell’intera catena di valore: produzione, utilizzo dell’energia, gestione delle risorse, prodotti, risorse umane, recycling.

Un elemento fondamentale a supporto di questi risultati è stata la strategia BMW EfficientDynamics che ha consentito di ridurre le emissioni di CO2 della flotta europea del BMW Group del 30% dal 1995 alla fine del 2010 per una media complessiva di 148 g/km di CO2 alla fine dello scorso anno. Questo impegno efficace e concreto ha permesso all’azienda di essere in linea con gli obiettivi posti dalla Unione Europea per il 2015 quando entrerà in vigore la nuova normativa sulle emissioni e di essere, già oggi, una delle più vicine al traguardo finale.

Grazie a questa spiccata sensibilità in tema di sostenibilità, BMW Group Italia supporterà l’iniziativa ideata da MotechOnlus e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente denominata “eduMobile”, un percorso che toccherà 5 Università italiane: Cosenza (Università degli Studi della Calabria, Ingegneria meccanica), Firenze (Università degli Studi di Firenze, Ingegneria Meccanica), Milano (Università Commerciale Luigi Bocconi, Economia Aziendale), Pescara (Università degli Studi “G. D’Annunzio” Chieti Pescara) e Roma (Università Luiss Guido Carli) tra la fine del 2011 e l’inizio del 2012.


Seminari sulla mobilità del futuro e sostegno a 15 giovani talenti “by BMW Serie 1”

All’interno di ogni ateneo si svolgerà un incontro con gli studenti sul tema “Tecnologia e innovazione per la mobilità sostenibile” dove interverranno rappresentanti delle Istituzioni, delle Università e di BMW Group Italia per discutere la tematica e illustrare il proprio punto di vista e la visione strategica.

Al termine di ogni incontro verrà richiesto agli studenti interessati al progetto “ONE@campus” che prevede la realizzazione di una tesina sul tema discusso da presentare entro la primavera 2012 ad una commissione ristretta formata da rappresentanti del Ministero dell’Ambiente, dell’Università e di BMW Group Italia. Per ogni ateneo verranno premiati 3 studenti. Al primo classificato verrà offerto uno stage retribuito di sei mesi in BMW Group Italia cui si aggiungerà la nuova BMW Serie 1 come vettura in utilizzo per la durata dello stage. Al secondo e al terzo classificato verrà invece assegnata una borsa di studio di 1.000 Euro.

Il primo incontro avverrà domani 23 novembre presso l’Università della Calabria di Cosenza alla presenza del Prof. Giovanni Latorre, Rettore dell’Università degli Studi della Calabria, del Sindaco del Comune di Cosenza, Mario Occhiuto, dell’assessore alla sostenibilità ambientale e alle energie rinnovabili del Comune di Cosenza, Martina Hauser, del Preside Vicario della Facoltà di Ingegneria, Prof. Luigi Palopoli, del Presidente del Corso di Laurea magistrale in ingegneria energetica, Prof. Sergio Bova, dell’Ing. Alessandro Toffanin, responsabile della comunicazione di prodotto di BMW Group Italia.

All’interno della sede universitaria verrà inoltre esposta la nuova BMW Serie 1, la compatta premium del BMW Group la cui seconda generazione è stata recentemente introdotta sul mercato dopo il successo mondiale della prima che, lanciata nel 2004 ha già conquistato oltre 1,2 milioni di clienti in tutto il mondo, oltre 85.000 dei quali in Italia. Per gli studenti che lo desiderassero, saranno anche disponibili delle BMW Serie 1 in prova grazie alla collaborazione del concessionario locale.


La premiazione finale di “ONE@campus”

La premiazione dei 15 migliori lavori avverrà a maggio del 2012 nel corso di un evento dedicato che coinvolgerà istituzioni, università e organi d’informazione e che consentirà ai giovani vincitori di esporre la propria visione della mobilità sostenibile del futuro con tagli differenti (economico, ingegneristico e di comunicazione) a seconda del corso di laurea seguito.


BMW EfficientDynamics nella nuova BMW Serie 1

Introducendo nell’equipaggiamento di serie una varietà d’interventi di riduzione del valore di consumo di carburante e delle emissioni unica su scala mondiale, la BMW Serie 1 definì già nel 2007 i parametri di riferimento del piacere di guida moderno. Anche la nuova BMW Serie 1 contribuisce a diffondere la tecnologia BMW EfficientDynamics. Per la prima volta, la funzione Start/ Stop automatico viene offerta anche in combinazione con il cambio automatico. Il Modo ECO PRO crea delle nuove possibilità di guida a consumo ottimizzato.

Il rendimento eccellente dei motori forma la base per l’efficienza esemplare. Con il lancio della nuova generazione di motori quattro cilindri a benzina dotati della tecnologia BMW TwinPower Turbo vengono definiti nuovi parametri di riferimento nel rapporto tra divertimento di guida e consumo di carburante. Il risultato: la BMW 116i e la BMW 118i possono vantare un aumento di potenza di rispettivamente 10 e 20 kW rispetto ai modelli precedenti; allo stesso tempo il consumo di carburante cala fino al 10 percento. Grazie a una serie d’interventi di ottimizzazione, anche i propulsori diesel dotati di tecnologia BMW TwinPower Turbo rafforzano il loro vantaggio a livello di efficienza.


BMW TwinPower Turbo: un concetto efficiente per un maggiore piacere di guida

I nuovi motori quattro cilindri a benzina da 1600 cm³ erogano nella nuova BMW 116i 100 kW/136 CV e nella nuova BMW 118i 125 kW/170 CV. La loro tecnologia BMW TwinPower Turbo include un turbocompressore Twin-Scroll, l’iniezione diretta di benzina High Precision Injection, il comando valvole variabile VALVETRONIC e il comando variabile dell’albero a camme Doppio VANOS.

Con l’introduzione di questo pacchetto tecnologico unico su scala mondiale, BMW punta su un incremento di potenza accompagnato da un’elevata efficienza anche nei motori a quattro cilindri. Senza BMW TwinPower Turbo, il piacere di guida supplementare sarebbe realizzabile nei tradizionali motori aspirati solo attraverso una cilindrata notevolmente superiore e, conseguentemente, attraverso un aumento del peso e dei valori di consumo di carburante.

Grazie alla tecnologia BMW TwinPower Turbo, i motori quattro cilindri diesel disponibili per la nuova BMW Serie 1 a tre livelli di potenza, 85 kW/116 CV nella BMW 116d, 105 kW/143 CV nella BMW 118d e 135 kW/184 CV nella BMW 120d rafforzano la loro posizione rispetto alla concorrenza, sia a livello di erogazione di potenza che di efficienza. L’elasticità e l’economia di esercizio dei propulsori turbodiesel da 2000 cm³ dotati di basamento in alluminio vengono incrementate nuovamente in conseguenza alla riduzione delle perdite per attrito nel motore di base, al turbocompressore con geometria variabile della turbina termodinamicamente ottimizzato e all’ultima generazione dell’iniezione diretta Common-rail con iniettori elettromagnetici. I propulsori diesel sono dotati di un volano a doppia massa con pendolo a forza centrifuga che compensa efficacemente eventuali irregolarità di rotazione, supportando così la guida confortevole a consumi ridotti. I nuovi motori offrono così le premesse ideali per dare seguito alla storia di successo dei quattro cilindri diesel di BMW che include anche il conferimento del titolo “World Green Car of the Year” al predecessore della nuova BMW 118d.


Le altre soluzioni BMW EfficientDynamics

Oltre alla Brake Energy Regeneration, in tutti i modelli della BMW Serie 1 la gestione intelligente dell’energia di bordo viene assicurata dal servosterzo elettromagnetico e dal controllo dei gruppi secondari in base al fabbisogno effettivo. Inoltre, nei modelli della nuova BMW Serie 1 sono stati integrati l’indicatore del punto ottimale di cambiata, un differenziale a rendimento ottimizzato, una pompa dell’olio regolata dalla mappatura, una pompa del carburante controllata dalla pressione o dal regime, un compressore del climatizzatore separabile e di serie pneumatici con resistenza al rotolamento ridotta. La funzione Start/Stop automatico che spegne automaticamente il motore agli incroci o quando la vettura viaggia in coda viene montata nella nuova BMW Serie 1 sia in combinazione con il cambio manuale che automatico.

Anche il cambio automatico sportivo a otto rapporti contribuisce ad aumentare l’efficienza. Il cambio automatico sportivo a otto rapporti è contraddistinto da valori di attrito interno particolarmente bassi e da uno slittamento minimo del convertitore di coppia, limitato alla fase di avviamento. La grande scalarità delle marce e la precisione nell’innesto dei singoli rapporti permettono una guida a consumi ridotti e a bassi regimi. Nella BMW 118i e nella BMW 120d i valori di consumo di carburante e delle emissioni delle vetture dotate di cambio automatico sono inferiori a quelli dei rispettivi modelli equipaggiati con cambio manuale. Tutti i modelli diesel della BMW Serie 1 con cambio automatico a otto rapporti hanno un valore di CO2 inferiore ai 120 grammi per chilometro.


Il Modo ECO PRO supporta la guida a consumo di carburante ottimizzato

Inoltre, il guidatore può attivare tramite il tasto di selezione il Modo ECO PRO. Ottimizzando il controllo della propulsione e l’efficienza dell’impianto di riscaldamento e di climatizzazione, il riscaldamento degli specchietti retrovisori esterni e il riscaldamento dei sedili, nel Modo ECO PRO viene supportato uno stile di guida particolarmente favorevole dal punto di vista dei consumi. Delle relative indicazioni informano il guidatore sull’aumento di autonomia realizzato. Quando la vettura dispone del Modo ECO PRO, al Control Display e nella strumentazione combinata vengono visualizzati dei suggerimenti preziosi per ottimizzare l’efficienza del proprio stile di guida. L’indicatore ECO PRO nella sezione inferiore del contagiri supporta il guidatore a dosare il pedale dell’acceleratore in modo da mantenere il propulsore nel proprio campo di esercizio ottimale.

La nuova BMW Serie 1 diventa così il simbolo dell’efficienza in un’automobile premium.

Grazie a nuovi progressi raggiunti in questo campo, la BMW Serie 1 continua a rafforzare il proprio ruolo di vettura d’avanguardia nel segmento di appartenenza. Prossimamente la gamma di modelli verrà completata con la BMW 116d EfficientDynamics Edition. La vettura sarà equipaggiata con un motore quattro cilindri diesel da 1600 cm³, si distinguerà per disporre di ulteriori misure di riduzione del consumo di carburante e delle emissioni che miglioreranno per esempio il rendimento del propulsore, le caratteristiche di aerodinamica e la resistenza al rotolamento. La BMW 116d EfficientDynamics Edition avrà una potenza di 85 kW/116 CV e si accontenterà di un consumo medio di carburante nel ciclo di prova UE di 3,8 litri per 100 chilometri; le emissioni di CO2 si limiteranno a 99 grammi per chilometro (valori provvisori).

BMW Group

Il BMW Group, con i marchi BMW, MINI, Husqvarna e Rolls-Royce, è uno dei costruttori di automobili e motociclette di maggior successo nel mondo. Essendo un’azienda globale, il BMW Group dispone di 25 stabilimenti di produzione dislocati in 14 paesi e di una rete di vendita diffusa in più di 140 nazioni.

Il BMW Group ha raggiunto nel 2010 volumi di vendita di 1,46 milioni di automobili e oltre 110.000 motociclette nel mondo. I profitti lordi per il 2010 sono stati di 4,8 miliardi di Euro, il fatturato è stato di 60,5 miliardi di Euro. La forza lavoro del BMW Group al 31 dicembre 2010 era di circa 95.500 associati.

Il successo del BMW Group è fondato su una visione responsabile e di lungo periodo. Per questo motivo, l’azienda ha sempre adottato una filosofia fondata sulla eco-compatibilità e sulla sostenibilità all’interno dell’intera catena di valore, includendo la responsabilità sui prodotti e un chiaro impegno nell’utilizzo responsabile delle risorse. In virtù di questo impegno, negli ultimi sette anni, il BMW Group è stato riconosciuto come leader di settore nel Dow Jones Sustainability Index

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©