Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

EnergyMed: la Campania regione più virtuosa d'Italia


EnergyMed: la Campania regione più virtuosa d'Italia
12/03/2013, 15:31

La Campania la regione più verde d’Italia. Il dato, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, registra ben 350.204 ettari di aree naturali protette, tra parchi e riserve, attestandoci come il territorio nazionale più “virtuoso”. Vanno poi aggiunte le aree marine protette (22.441), altro primato nazionale, che dimostra come le risorse naturali vengano gestite e conservate nel migliore dei modi per un totale di 372.645 ettari di superficie.

Le politiche istituzionali, sia regionali, sia dell’amministrazione del capoluogo, si rivolgono ora all’applicazione delle risorse dalle fonti rinnovabili e in tale direzione puntano sul salone EnergyMed, la mostra convegno organizzata dall’Anea - Agenzia Napoletana Energia e Ambiente - in programma ad Aprile (11-13) alla Mostra d’Oltremare di Napoli.

           Ma oltre la buona gestione del territorio, indicata dal Ministero dell’Ambiente, la Campania detiene, inoltre, insieme a Puglia e Sicilia, il primato nella produzione delle energie rinnovabili in Italia (dati SRM e Svimez). Un mix virtuoso tra le varie fonti ha portato alla crescita del numero delle installazioni: per la produzione di energia eolica la Campania è al terzo posto con il 18%, dopo Puglia (26%) e Sicilia (22%); così come per l’energia solare dove registra ben 4.539 impianti (10,5%), seguendo la Puglia (25,3 %) e la Sicilia (21,4%). Infine, ma da non sottovalutare il consumo di energia rinnovabile da parte dei cittadini campani che, con il 14,3% registrato, rende la regione una delle aree capofila della green economy nazionale.

           La sesta edizione di EnergyMed, la mostra convegno sulle Fonti Rinnovabili e l’Efficienza Energetica nel Mediterraneo, sarà dunque la piattaforma ideale, in cui imprese, Enti Locali, Centri di Ricerca e tecnici del settore, ma anche privati, potranno confrontarsi e aggiornarsi sulle fonti rinnovabili e sulla mobilità sostenibile, senza dimenticare il segmento del riciclo.

Proprio in occasione della mostra convegno di Napoli l’assessorato regionale Università e Ricerca, presieduto da Guido Trombetti, presenterà i Distretti Energia; uno dei sei oltre Aerospazio, Beni culturali, Edilizia ecosostenibile, Biotecnologie, Trasporti e Logistica, che grazie all’elevata tecnologia sono ammessi al finanziamento che assegna ben 270 milioni di euro (di cui 70 per il potenziamento delle strutture già esistenti) derivanti dall’erogazione di risorse dell’O.O. del POFESR Campania 2007/2013.

 La realizzazione dei Distretti è finalizzata alla costruzione di sistemi integrati e coerenti di ricerca, innovazione e formazione per fungere da propulsori della crescita economica sostenibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©