Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Ercolano, nuova scuola ad indirizzo alberghiero


Ercolano, nuova scuola ad indirizzo alberghiero
09/03/2011, 15:03

Ercolano - L’Istituto “Adriano Tilgher”, grazie alla forte determinazione del dirigente scolastico Giuseppina Principe, con delibera regionale, pubblicata sul BURC in data 21 febbraio 2011, ha riavuto l’Istituto Professionale riconvertito nel settore dei servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera. Una notevole opportunità per l’intero territorio vesuviano, soprattutto pensando alla immensa vocazione afferente alla ristorazione e non solo, in cui versano molteplici piccole e medie imprese che vanno da Ercolano a Torre del Greco, da Portici a San Giorgio a Cremano, tanto per citare solo alcuni Comuni viciniori alla sede scolastica. Sono già avviate le procedure di rito e la previsione di una scuola nuova in via Caprile Panoramica è certezza, grazie ai requisiti necessari dell’IPC IPSSAR, come previsto nel progetto e nella procedura di gara di appalto del 14.09.2009.
In proposito, esprime piena soddisfazione la dirigente Principe che precisa: “dal prossimo anno scolastico il nostro istituto professionale, settore dei servizi, sarà operativo l’indirizzo servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera. Una scelta volta a favorire una peculiare e significativa preparazione dei nostri giovani su una scelta professionale con una considerevole ricaduta lavorativa. È una conquista scaturita alla sinergia di tante partecipazioni istituzionali affinché si possa soddisfare concretamente la domanda di tanti giovani che intendono avviarsi verso una attività, come quella alberghiera che, in particolare nell’area vesuviana, significa anche rilancio del territorio”. “La richiesta di confluenza dell’Istituto professionale per il commercio nel settore dei servizi – spiega la Preside – ad indirizzo - Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera - per l’anno scolastico 2011/2012, è dettata dalla complessità del territorio, allocato in una felice posizione geografica, il Miglio d’Oro, caratterizzato da una forte vocazione turistica alberghiera per la presenza di una ricchezza culturale, quale gli scavi, unici al mondo. Ercolano presenta, nel contempo, un alto indice di degrado urbano, per l’elevato tasso di illegalità, per la mancanza di un tessuto produttivo e di progettualità, in grado di offrire ai giovani prospettive concrete di lavoro”. “Riavere l’istruzione professionale ad Ercolano – sottolinea la Dirigente - assume un significato rilevante in questo particolare momento storico–sociale caratterizzato da una profonda crisi: l ’intento di costruire, di concerto con le Istituzioni, Comune, Provincia, Regione, Ministero, un’azione sinergica sul territorio connota l’impegno di offerta di prospettive di sviluppo che sappiano opporre all’illegalità di un tessuto economico degradato, strumenti di formazione, capaci di disegnare per le nuove generazioni un futuro fondato su autentiche possibilità di inserimento nel mondo del lavoro”. Filippo Borriello

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©