Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Il sindacato sul piede di guerra contro i tagli annunciati

Ex Lsu, l'Rdb presenta il 'libro bianco degli appalti di pulizia'


.

Ex Lsu, l'Rdb presenta il 'libro bianco degli appalti di pulizia'
02/04/2010, 16:04

NAPOLI – Il sindacato Rdb è pronto a scendere in piazza insieme ai lavoratori, per difendere i diritti (finora negati, salvo false promesse) degli ex-lsu, sui quali ora pende un’altra tegola: il rischio di vedersi decurtate le ore di lavoro e, quindi, il salario.
“Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (n. 195), che doveva stanziare le risorse per il finanziamento delle attività degli ex-LSU Scuole, appalti e Co.Co.Co.. - si legge in un comunicato del sindacato, - all'art.1 comma 8 prevede lo stanziamento di 260 milioni di euro, anzichè i 370 che occorrerebbero per garantire il mero mantenimento delle attuali condizioni lavorative già precarie”.
Il taglio, quindi, sarebbe di 110 milioni di euro. I fondi erogati non potranno di conseguenza rivelarsi sufficienti per garantire i salari, comportando un taglio dei salari/orari (da 35 ore a circa 20) o degli addetti. Si tratta, spiegano ancora dal sindacato, di “un fatto grave che avrà pesanti ripercussioni sul servizio e, soprattutto, sulle condizioni materiali di 15mila lavoratori e delle loro famiglie, proprio in questo periodo di crisi”.
Nel corso dell’assemblea regionale che si è tenuta nella Sala Gemito della Galleria Principe di Napoli è stato inoltre presentato il libro bianco “Appalti di pulizia nelle scuole. Ex Lsu, una storia infinita”, nel quale viene illustrato come la scelta dell’esternalizzazione dei servizi costa 75 milioni di euro in più rispetto all’assunzione diretta di tutti gli ex Lsu e viene inoltre evidenziato che gli eventuali tagli devono riguardare lo spreco costituito dalle esternalizzazioni. A seguire c’è stato il presidio presso la Prefettura di Napoli “Resteremo sempre al fianco dei lavoratori – afferma Pietro Di Gennario, rappresentante provinciale Rdb Salerno – perchè è nostro dovere non fargli mancare l’adeguato sostegno. In Italia si vive un periodo difficile e non tutti possono restare a guardare. Dobbiamo contrastare questo fenomeno dei tagli e questa politica che non mostra rispetto nei confronti dei lavoratori”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©