Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Farmacie, la serrata dell'Agifar

Scarica l'allegato
Farmacie, la serrata dell'Agifar
23/07/2012, 13:20

Manca poco alla serrata nazionale delle farmacie d’Italia che si terrà il prossimo 26 luglio. Uno sciopero particolarmente sentito dal settore campano che lamenta, da mesi, i mancati rimborsi da parte della Regione. Una situazione aggravata dai provvedimenti contenuti nella manovra economico-finanziaria del governo Monti e denunciata dagli operatori del settore con ogni metodo, senza escludere nemmeno lo sciopero della fame che stanno portando avanti il presidente di FEDERFARMA Napoli, Michele Di Iorio, e quello dell’ordine dei farmacisti della Campania, Enzo Santagada. Doveroso, quindi, anche per l’Agifar (l’associazione giovani farmacisti di Napoli) sensibilizzare l’opinione pubblica sulle conseguenze di questa situazione. A tal proposito l’organizzazione di categoria ha diffuso un volantino che cita: “La Regione Campania, attraverso le Aziende Sanitarie Locali della Provincia di Napoli, non paga le farmacie in media da circa 8-10 mesi. Anche Tu hai contribuito e contribuisci ad abbattere i costi della spesa farmaceutica, pagando ticket sempre più esosi. […]Cosa accadrà a breve a causa del mancato pagamento dei crediti alle farmacie e dopo l’attuazione degli ultimi provvedimenti del Governo Monti? 1. Alcuni titolari di farmacia, se non lo hanno già fatto, saranno costretti a vendere le loro aziende; 2. Molti titolari di farmacia saranno costretti a licenziare parte del personale per cercare di rimanere a galla; 3. Quelli che potranno permetterselo, dimezzeranno orari di lavoro e stipendi dei loro collaboratori; 4. Tutti non assumeranno nuovi collaboratori.[…] TU, CARO CONCITTADINO, NON POTRAI RICEVERE LO STESSO LIVELLO DI SERVIZIO ED ASSISTENZA CHE HAI SEMPRE RICEVUTO NELLA TUA FARMACIA DI RIFERIMENTO E MAGARI TI VERRA’ ANCHE CHIESTO DI CONTRIBUIRE ALLA SPESA CON ULTERIORI AUMENTI DEI TICKET. INTANTO LE FARMACIE CONTINUANO A PAGARE OGNI SORTA DI TASSA (comprese quella mensile di solidarietà verso le popolazioni delle regioni colpite dagli eventi sismici degli ultimi anni) SENZA PERO’ VEDERE RICONOSCIUTI I PROPRI CREDITI.[…].

 

Il volantino è consultabile per intero dal file allegato.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©