Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Festa della Scuola per superare la crisi


Festa della Scuola per superare la crisi
31/05/2012, 10:05

Il 12 aprile 1959, a Indianapolis, John F. Kennedy tenne un discorso nel quale affermò che l’ideogramma cinese, con il quale si rappresenta la parola crisi, è composto da due caratteri: uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità. Ed è proprio il secondo aspetto che la Scuola Secondaria di primo grado D’Ovidio Nicolardi di Napoli, grazie a tutti i suoi docenti e personale coordinati dalla dirigente Valeria Tripepi, intende mettere in risalto attraverso la manifestazione di fine anno scolastico “Tutti i colori di Napoli” che si terrà venerdì primo giugno 2012 dalle ore 12,00 alle ore14,00 presso la sede della scuola in via San Giacomo dei Capri 43/bis. Il programma - articolato con percorsi storico-artistici, mostra fotografica, lo spettacolo che da titolo alla stessa: Tutti i colori di Napoli, Tableaux vivants tratti da Caravaggio, Battistello Caracciolo e Gentileschi, musica popolare e classica napoletana a cura dell’Orchestra della Scuola che ha due sezioni ad indirizzo musicale - dimostra che si può trasformare l’atmosfera di crisi in cui viviamo, in un’opportunità di miglioramento, certi che la conoscenza del passato glorioso che ha visto i nostri artisti, letterati, musicisti, rendere famosa Napoli in tutto il mondo, la considerazione della bellezza del presente e di tutte le problematiche che spesso la offuscano, possa aiutare noi tutti e le nuove generazioni alla costruzione di un futuro migliore. Ed è proprio in questa occasione, che la comunità scolastica intende omaggiare il Sindaco Luigi De Magistris e l’Assessore all’istruzione Annamaria Palmieri di alcune riproduzioni di quadri famosi realizzati dagli alunni della scuola. La motivazione: difendere e diffondere la cultura partenopea e la sensibilità mostrata nei confronti dei piccoli. Siete tutti invitati.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©