Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Fiat debutta su Google+


Fiat debutta su Google+
14/11/2011, 17:11

Fiat, marchio da sempre attento alle nuove tecnologie, è tra i primi a essere presente su Google+ e a utilizzare la funzione "videoritrovo" (Hang Out) che permette una videoconferenza online tra iscritti.

Google, tra i più importanti motori di ricerca Internet del mondo, ha da poco avviato un progetto evoluto (Google+, appunto) che intende portare anche nel software tutte le sfumature e la ricchezza della condivisione della vita reale, consentendo non solo di inserire in rete pensieri, opinioni, filmati, immagini e di chattare con gli amici di tutto il mondo, ma anche di vederli grazie alla webcam del computer o del tablet, condividendo le esperienze di ognuno e confrontarsi uno di fronte all'altro, anche in gruppi numerosi.

Google+ è nato con l'idea di rendere la condivisione più simile alla vita reale, e le sue pagine non rappresentano un'eccezione in questo senso. Dopo tutto, dietro ogni pagina (o automobile, o attività...) si "nascondono" persone che lavorano con passione, con le quali è sicuramente interessante e arricchente entrare in relazione.

Un marchio da sempre attento alle nuove tecnologie come Fiat, ha subito approfittato di questa opportunità (innovativa e dal semplice utilizzo, nel più puro spirito del marchio) per poter entrare in contatto con i propri clienti e con i propri fan. Infatti, già oggi (secondo giorno di funzionamento di Hang Out) Roberto Giolito, responsabile dello stile della Panda, si connetterà dalla pagina Fiat con otto fan olandesi, condividendo con loro l'esperienza della nascita della nuova vettura. Nella videoconfenza online si parlerà di come è stata pensata la Panda, si discuterà del progetto, del design e delle principali caratteristiche del modello.

Per Fiat le pagine Google+ sono un modo per entrare in contatto con i propri clienti e i propri fan che, oltre a essere testimoni del marchio, possono trascorrere "realmente" del tempo parlando direttamente, faccia a faccia, con chi lavora progettando, realizzando e commercializzando le vetture. E attraverso le "cerchie" (liste di amici, familiari, conoscenti) è possibile creare legami duraturi con le persone - oltre che le pagine - che più interessano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©