Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Fiat, Marino (Ugl): "Per Pomigliano mettere in campo tutte le misure possibili"


Fiat, Marino (Ugl): 'Per Pomigliano mettere in campo tutte le misure possibili'
29/08/2012, 14:54

“L’annuncio della nuova cassa integrazione allo stabilimento Fiat di Pomigliano d’Arco è la conseguenza della drammatica crisi che sta vivendo l’intero comparto, non solo in Italia”.

Lo dichiara il segretario regionale dell’Ugl Metalmeccanici Campania, Luigi Marino, evidenziando come “certamente, per quanto riguarda le produzioni, occorre mettere in campo tutte le misure possibili per dare un futuro ad uno stabilimento determinante per il settore auto in Italia e per l’economia campana, salvaguardando il futuro di lavoratrici e lavoratori e di impianti all’avanguardia dal punto di vista tecnologico. Le potenzialità, professionali e produttive, ci sono tutte: ricordiamo, infatti, che di recente a Pomigliano d’Arco è stato assegnato il riconoscimento internazionale ‘Automotive Lean Production 2012’ nella categoria OEM”.

“Allo stesso tempo - prosegue il sindacalista - il problema non è solo il modello, perché la Nuova Panda è un’auto accessibile a tutti, tanto che resta una delle più vendute in Italia. La nuova cassa integrazione per i lavoratori di Pomigliano è determinata anche dalla crisi, che impedisce alle famiglie di acquistare nuove automobili o di mantenerle per i costi eccessivi, in primis quelli dei carburanti e delle assicurazioni RCA. E’ anche su questo versante che bisogna agire, mettendo gli italiani nella condizione di poter comprare automobili”.

“Da parte nostra - conclude il sindacalista - faremo, come sempre, tutto il possibile per dare certezze a tutti i lavoratori di Pomigliano d’Arco”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©