Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

34 modelli in 5 anni. Spin-off in sei mesi

Fiat, parte la sfida del futuro


Fiat, parte la sfida del futuro
21/04/2010, 20:04

TORINO – 34 modelli in 5 anni: con questi numeri il gruppo Fiat punta al rilancio nell’intento di riuscire a produrre sei milioni di auto entro il 2014. Nella giornata di oggi Marchionne ha svelato il piano e illustrato le strategie di produzione e i modelli futuri che il gruppo Fiat lancerà in Europa. In programma anche 17 restyling: di questi 2/3 saranno realizzati da Fiat e un terzo da Chrysler. Un progetto ambizioso: il gruppo si propone di arrivare a produrre entro il 2014 circa sei milioni di auto. "Si tratta del minimo richiesto – spiega Marchionne - per essere un global player competitivo. Tra gli elementi fondamentali perché il piano abbia successo,  la flessibilità. Dobbiamo ridefinire accordi a livello sindacale che non sono più adeguati". Svelata anche la strategia per quanto riguarda le fabbriche: lo stabilimento di Mirafiori è destinato a produrre fino a 170 mila vetture l'anno, piccole e compatte, mentre Pomigliano d'Arco, attivo nel segmento mini, supererà le 250mila. In totale 1,6 milioni di vetture entro il 2014 tra tutti e sette gli stabilimenti italiani. Numeri che inducono a pensare come Fiat punti molto sull'Italia dove - sempre entro il 2014 - investirà circa 26 miliardi, due terzi del totale. L'obiettivo è quello di arrivare a produrre in Italia 1,4 milioni di auto, il 65% di queste vetture è destinato all'export.
L’amministratore delegato del gruppo Fiat, Sergio Marchionne, ha poi annuciato lo scorporo dal gruppo di Iveco, Cnh, Fpt."Gli investitori ci chiedono da anni di scorporare l’auto. Non c’è più ragione - ha sottolineato Marchionne - di tenere insieme settori che hanno logiche industriali diverse. La crescita dell’autonomia e dell’efficienza - ha spiegato sono la ratio di questo spin-off". Marchionne prevede che lo spin-off possa essere operativo entro sei mesi. A luglio è previsto il via libera del Cda e a fine anno la quotazione delle due nuove società: la New Fiat dove sarà concentrata l’attività auto e Fiat Industrial (dove saranno concentrate Cnh, Iveco, Fpt industrial & marine). Sergio Marchionne ha spiegato che "inizierà una nuova storia della Fiat, con due aziende dotate di massima autonomia per svilupparsi".

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©