Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Fincantieri, Lucci (CISL): "dare corso agli impegni assunti"


Fincantieri, Lucci (CISL): 'dare corso agli impegni assunti'
05/09/2012, 15:43

05 settembre 2012 « La grave crisi del mercato della cantieristica può diventare un’opportunità per il sito di Castellammare di Stabia perché costringerà Fincantieri ad assegnare una missione produttiva al sito stabiese definendo il segmento di costruzione che può assicurare una prospettiva di lavoro stabile» ha dichiarato Lina Lucci, segretario generale della Cisl Campania  in vista dell'incontro che si terrà il prossimo 7 settembre a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

«Ad horas- ha aggiunto Lucci- ognuno, in base alle proprie competenze e responsabilità, trasformi gli impegni assunti verbalmente in iniziative concrete. «L’azienda, garantisca commesse allo stabilimento, mentre il Governo e la Regione assicurino le disponibilità finanziarie per l’adeguamento infrastrutturale e tecnologico del sito industriale a partire dal bacino di costruzione.

«Le amministrazioni locali, invece – ha sottolineato il leader della Cisl Campania – mettano in atto azioni volte a realizzare le migliori condizioni fiscali locali ed a semplificare le procedure per concessioni e autorizzazioni necessarie all’azienda per eseguire opere di ristrutturazione. «In particolare, la Giunta comunale di Castellammare assuma iniziative per creare migliori condizioni di contesto, in grado di attrarre armatori e nuove commesse.

«La Cisl della Campania- ha precisato Lucci- nell’esclusivo obiettivo di garantire un’occupazione vera ai lavoratori di Fincantieri e dell’indotto, è pronta a confrontarsi, assieme alle altre organizzazioni sindacali, con l’azienda al fine di migliorare il modello produttivo e di organizzazione del lavoro per realizzare da un lato, la migliore qualità della produzione, dall’altro l’economicità e la competitività del sistema. «Il sindacato confederale invita tutte le forze sociali e la buona politica ad abbandonare le posizioni di facciata per sviluppare uno sforzo comune volto a determinare finalmente una prospettiva di sviluppo per tutta l’area torrese stabiese a partire da Fincantieri.

«Dobbiamo ridare dignità al lavoro e ai lavoratori esasperati perché da troppo tempo aspettano risposte e vivono nell’incertezza».ha concluso Lucci

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©