Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

FLC-CGIL: domani presidio alla regione contro impoverimento formazione publica


FLC-CGIL: domani presidio alla regione contro impoverimento formazione publica
07/02/2011, 12:02

(US CGIL CAMPANIA) - Napoli, 7 febbraio - Un presidio di protesta a via Santa Lucia, davanti alla sede della Regione, contro l'impoverimento della formazione pubblica è stato promosso per domani, alle 15, dalla Cgil e dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza Cgil della Campania. "Continua senza sosta - si legge in una nota - lo smantellamento del sistema pubblico di istruzione e formazione, in particolare nel Mezzogiorno e nella nostra regione. Il Ministero dell’Istruzione, dopo aver cancellato nelle scuole della Campania, dal settembre 2009, 14.000 posti di docenti ed ATA (amministrativi, tecnici, ausiliari), si appresta a tagliarne poco meno di altri 5.000 per il prossimo anno scolastico".
"La Giunta della Regione Campania, in meno di un anno - ricorda la Cgil - si è contraddistinta per il disinteresse nei confronti del sistema pubblico e per l’appiattimento sulle politiche del Governo nazionale, incurante della difesa e il rafforzamento della rete campana di istruzione e formazione: abolizione delle tariffe agevolate del trasporto pubblico per le fasce sociali disagiate; riduzione dei finanziamenti al diritto allo studio universitario; mancato rinnovo dell’assicurazione contro gli infortuni per gli alunni delle scuole campane; dietro-front sulla decisione, concordata con le OO. SS., di impegnare 10 milioni di euro per innalzare la qualità della scuola con l’assunzione a tempo determinato di più di 1.000 precari; avvio di progetti nella scuola primaria senza alcuna informazione alle scuole che, nella stragrande maggioranza, non hanno potuto presentare la richiesta". "E’ importante - conclude Cgil e Flc Campania - che tutto ciò non passi sotto silenzio".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©