Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

GSE rinnova l'incarico all'Ateneo di Salerno


GSE rinnova l'incarico all'Ateneo di Salerno
14/05/2012, 14:05

Le fonti rinnovabili e, più in generale, gli studi relativi allo sviluppo delle tecnologie energetiche pulite, sono la vera sfida su cui competono i principali centri di ricerca italiani e internazionali.

L’Università di Salerno, in questo contesto, da tempo si configura all’avanguardia non solo sul versante della ricerca ma in particolare di quella applicata a contesti industriali e civili.

Il gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha recentemente rinnovato l’incarico all’Ateneo di Salerno quale partner istituzionale per la valutazione delle domande di ammissione alle tariffe incentivanti previste dal vigente D.L. “Conto Energia”.

Il Laboratorio per lo sviluppo delle fonti rinnovabili - con sede presso il complesso edilizio ex "Immacolata Concezione" in località Penta di Fisciano - ha già valutato nell’ambito di una partnership consolidata oltre diecimila istanze pervenute dall’intero territorio nazionale e il progetto ha consentito di creare una interessante opportunità di lavoro per 20 giovani ingegneri dell’Università di Salerno e professionisti esterni, coordinati dai professori Ciro Aprea, Lucio Ippolito e Gaetano Matonti.

I brillanti risultati conseguiti, pertanto, sono alla base della scelta da parte di GSE S.p.A. di prorogare le attività a tutto il 2012, anche in vista del D.L. “V Conto Energia” in preparazione a cura del Ministero dello Sviluppo Economico.

"Si tratta di scelte e conferme per le quali siamo molto orgogliosi - ha affermato il prof. Ippolito - che valorizzano l'attività svolta dai ricercatori salernitani in questi anni e, nel contempo, si configurano nei termini di un eloquente riconoscimento delle attività di studio e ricerca che si svolgono nell’Ateneo di Salerno”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©