Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Rivoluzione nell'ordinamento dei futuri medici

Il corso di studi in medicina si adegua a criteri europei


Il corso di studi in medicina si adegua a criteri europei
13/08/2011, 19:08

ROMA - Un vero e proprio tsunami è in arrivo per la facoltà di Medicina in Italia. Questo è quanto emerge dalla rivoluzione dell'iter degli studi dei futuri dottori. Meno anni per conseguire la specializzazione e possibilità di svolgere il dottorato durante la frequenza, tirocinio valutativo compreso nei 6 anni di studi per la laurea. Sono queste le novità contenute nella riforma del percorso di studi di Medicina che il governo ha varato per adeguare il corso di laurea ai criteri europei. Il provvedimento è stato presentato a Palazzo Chigi il 28 luglio scorso nell'ambito di una conferenza stampa congiunta dal ministro Gelmini e dal ministro della Salute Fazio. Ovviamente, per molti, trattasi di una involuzione più che di un adeguamento agli standard europei che di certo non eccellono rispetto alla ricerca italiana nel settore. Intanto però anche sotto il profilo della salute siamo costretti a pagare lo scotto di essere europei.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©