Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Imprenditoria femminile, progetto a favore delle donne a Salerno


Imprenditoria femminile, progetto a favore delle donne a Salerno
09/11/2011, 11:11

SALERNO – E’ entrato nel vivo il progetto “L’INNOVAZIONE DI GENERE. L’imprenditoria delle Donne”, finanziato dal Ministero del Lavoro e destinato alle imprenditrici che operano nella provincia di Salerno. Tra gli obiettivi principali c’è quello di monitorare in termini qualitativi e quantitativi la partecipazione femminile al mondo dell’impresa e di sensibilizzare sulla normativa comunitaria, nazionale e regionale a favore delle sviluppo imprenditoriale e di supportare le donne attraverso un processo di affiancamento per il miglioramento delle proprie attività. Requisiti per la partecipazione essenzialmente due: Imprese femminili o compagini societarie con importante presenza femminile, Imprese attive da almeno 2 anni e operative nella Provincia di Salerno.



“Non credevamo – spiega Giuseppe Gallo, Presidente Confartigianato Salerno – che le imprenditrici salernitane rispondessero in modo così corale. Dieci le aziende coinvolte, alle quali si sono aggiunte altre due della nostra provincia. In un momento così delicato per l’economia nazionale le donne si sono rivelate, comunque, l’anello meno debole della catena, “L’Innovazione di genere” porta una nuova e più ottimistica visione degli scenari, puntando proprio sull’accrescimento delle competenze delle donne che fanno impresa. Si aprono così, nel nostro territorio, prospettive più concrete per valorizzare quelle che sono le risorse dell’imprenditoria femminile che la nostra provincia offre”.



“I risultati che intendiamo realizzare alla fine di questi 14 mesi di attività – aggiunge il responsabile del progetto, Franco Risi – sono quelli di favorire il consolidamento di imprese al femminile sul mercato; superare l’attuale gap attraversato dalle imprese in rosa; consentire alle imprenditrici di formarsi ed accrescersi professionalmente; rendere le donne d’impresa consapevoli del proprio ruolo sociale, economico e politico e conferire maggiore credibilità comunicativa alla figura della donna imprenditrice”.



In questa fase si provvederà all’elaborazione dei dati relativi alle realtà imprenditoriali. A seguire, per quattro mesi, si realizzerà la fase di orientamento-consulenza-mentoring. Le aziende verranno seguite e monitorate al fine di individuare i loro punti di forza e di debolezza rispetto al mercato, all’organizzazione aziendale, alle risorse umane e ai loro ruoli, ai fabbisogni formativi, in rapporto allo specifico settore di riferimento di ciascuna azienda. Verranno così elaborate proposte di intervento e strategie operative per il superamento delle singole criticità imprenditoriali a vantaggio di un consolidamento delle proprie attività. Il progetto prevede anche una fitta attività di orientamento al ruolo di imprenditrice e all’individuazione delle specializzazioni di settore, aspetti gestionali, organizzativi ed economico-finanziari. Questo porterà ad un rafforzamento del ruolo dell’imprenditrice e ad una conoscenza della legislazione civile e del lavoro a favore delle donne.



Partner del progetto sono la Confartigianato Imprese A.L.I. della Provincia di Salerno, l’A.S.D.A.P.A. – Associazione Salernitana Donne Arti Professioni Affari e UST CISL – Unione Sindacale Territoriale di Salerno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©