Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

INPS: CONTINUA LA LOTTA AL LAVORO NERO


INPS: CONTINUA LA LOTTA AL LAVORO NERO
26/02/2008, 13:02

Una taske-force ispettiva, coordinata dalla Sede Regionale INPS per la Campania, nell’ambito delle iniziative finalizzate alla lotta al lavoro nero e al contrasto all’evasione ed elusione contributiva , ha sottoposto ad accurati controlli alcuni esercizi pubblici  operanti nel Centro Direzionale di Napoli.
Le aziende sottoposte a verifica, individuate attraverso una approfondita azione di intelligence ed un sofisticato lavoro di incrocio dei dati contenuti negli archivi dell’Istituto, sono quelle che operano nel settore della ristorazione veloce, particolarmente fiorente in una zona dove pullulano uffici pubblici e privati.
I controlli hanno riguardato la posizione di nove esercizi commerciali dei quali solo uno  poteva far valere una situazione di regolarità previdenziale mentre per le rimanenti otto aziende  si è proceduto a contestare irregolarità di varia natura tra le quali spicca per la significatività del dato quella relativa al numero dei lavoratori dipendenti risultati completamente in nero rispetto al complessivo numero dei lavoratori rinvenuti intenti al lavoro: a fronte, infatti, di una complessiva forza lavoro di n.55 lavoratori interrogati, ben 42 di essi, pari ad una percentuale del 76%,  risultavano, anche da molto tempo, completamente in nero e, quindi, privi di ogni tutela previdenziale. A ciò aggiungasi anche l’accertamento di n. 2 lavoratori autonomi non “residenti” negli archivi dell’INPS.
L’INPS, forte dei brillanti risultati conseguiti nel corso del 2007 e di quelli ottenuti con gli interventi effettuati nei primi giorni del corrente anno, intensificherà i controlli sull’intero territorio regionale e in tutti i settori merceologici e del terziario per il contrasto al lavoro nero e per  il ripristino delle condizioni di legalità previdenziale sul territorio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©