Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Intervento di Dr. Ian Robertson all'82° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra (MINI).


Intervento di Dr. Ian Robertson all'82° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra (MINI).
09/03/2012, 17:03

Bonjour et bienvenue chez MINI! Ci credete che appena due anni fa abbiamo presentato la MINI Countryman qui a Ginevra? Tutto è iniziato da un’idea per dare agli appassionati una MINI ancora più MINI e la Countryman è diventata una cosa sensazionale a livello globale.

Naturalmente, la Svizzera non fa eccezione su questo fronte. La trazione integrale della Countryman ha una gran voglia dei tornanti stradali di montagna, en route verso la prossima avventura invernale. E per molti di noi, niente rappresenta l’avventura invernale come lo snowboard. E’ tutta questione di creatività, personalità e libertà di espressione; il che rende Burton Snowboards e MINI un abbinamento naturale.



Quest’anno, la MINI ha continuato ad essere partner della competizione di snowboard Burton European Open che è terminata soltanto pochi giorni fa. Madre Natura ha portato la neve. MINI ha portato il divertimento. E gli snowboarder di classe mondiale arrivati al resort svizzero di Laax hanno fatto il resto.



Anche se c’è neve sulle montagne, sappiamo tutti che MINI tiene sempre “in caldo” nuove ed ingegnose idee per i nostri fan. Cosa abbiamo fatto ultimamente? Qui per la loro prima mondiale sono esposti tre modelli di design, ispirati alle radici “british” della MINI: alle vostre spalle trovate

• la MINI Baker Street;

• la MINI Bayswater;

• la MINI Cabrio Highgate.



Tutti e tre i modelli prendono il nome da famosi quartieri di Londra. Dato che il BMW Group è partner ufficiale per la mobilità dei Giochi Olimpici 2012 di Londra, i tre modelli sono arrivati giusto in tempo per entrare in azione.



Naturalmente, essere puntuali è importante. Ma è altrettanto importante essere sicuri che tutte le vostre attrezzature arrivino con voi. Per coloro che devono spostare parecchie cose, la MINI ha una risposta. A fare la sua prima mondiale troviamo la MINI Clubvan Concept. Questo mezzo è dotato di due posti e di due scomparti; ed è due volte più divertente di qualsiasi veicolo da trasporto che vi sia in giro.



Per lavoro o piacere, la Clubvan Concept rappresenta il primo veicolo da trasporto del mondo basato su una piccola auto premium. E la Clubvan è la quintessenza di una MINI. E’ giovane. E’ unica. E le sue radici sono collegate profondamente alla tradizione del marchio: dall’originale all’originale.



L’ispirazione che ha portato alla Clubvan è venuta dal Morris Mini Van del 1960. L’idea che stava dietro al Morris Mini Van era semplice: offrire alla gente che gestiva una piccola azienda tutti i benefici di una classica Mini con aumento per la funzionalità e spazio per il carico. Fedele alla sue radici, anche la MINI Clubvan Concept è stata progettata tenendo conto dell’utilizzo quotidiano.



La Clubvan incarna la funzionalità dell’originale, aggiungendo il carattere premium e la personalità della MINI. E sono particolarmente felice di annunciare, per la prima volta, che la MINI Clubvan entrerà in produzione di serie. La lanceremo nella seconda metà di quest’anno.



C’è una creatività senza confini in MINI; creatività che porta su strada modelli unici come la Clubvan. E’ per questo che noi, attualmente, offriamo agli appassionati più di 40 varianti. E queste MINI hanno consentito di portare il successo record dello scorso anno anche nel 2012.

Domani, annunceremo i risultati delle vendite di febbraio. Ma vi posso dire che la MINI ha fatto registrare nel mese di febbraio una crescita record a due cifre in tutto il mondo. MINI continua a premere sull’acceleratore, pronta a fare del 2012 un altro anno da record. Questo non ci sorprende. Dopotutto, MINI è il marchio premium di piccole auto che continua a battere il ritmo in tutto il mondo.



E quando parliamo di ritmo, MINI è sempre pronta a correre. Le profonde radici di MINI nello sport motoristico risalgono ad oltre mezzo secolo fa con la classica Mini Cooper. Quell’auto fu battezzata così, naturalmente, in onore di John Cooper, il leggendario ingegnere di gara che la fece nascere. Fin da allora, il nome di John Cooper è stato sinonimo di emozione, prestazioni e massimo divertimento di guida.



E le ultime auto ad alte prestazioni arrivate nella famiglia MINI John Cooper Works portano avanti questa tradizione. Quali sono gli ultimi membri di questo eccezionale club?



In primo luogo, c’è la MINI John Cooper Works Coupé. John Cooper Works porta la prorompente emozione di guida ad un livello ancora più elevato. Ad unirsi all’azione, naturalmente, c’è la MINI John Cooper Works Roadster.



La Roadster rappresentava già il modo più facile per godersi la guida all’aria aperta. Nella versione John Cooper Works, la Roadster è più irresistibile che mai. Entrambe queste MINI, con i loro 211 CV ciascuna, sono pronte a far scattare l’ago del contachilometro.



A completare questo trio, fa la sua prima mondiale la MINI John Cooper Works Countryman!



La Countryman con il sistema di trazione integrale ALL4 è il primo modello John Cooper Works di sempre con questo tipo di trazione. E’ anche il primo ad offrire un cambio automatico. Monta come standard un nuovo motore 4 cilindri con turbocompressore twin-scroll e con una cilindrata di 1,6 litri.



Tutti questi numeri portano ad una potenza di 218 CV e ad una coppia di 300 Nm con overboost. Questi valori vi lanceranno da 0 a 100 km/h in 7 secondi netti.



Potrete avvertire personalmente questa pura potenza a partire dal prossimo autunno, quando la MINI John Cooper Works Countryman sarà disponibile in tutto il mondo. Ora, signore e signori, unitevi a me per dare uno sguardo più da vicino ai nuovi componenti della famiglia MINI.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©