Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Intesa Sanpaolo, Coletta (Ugl): "Scelte industriali penalizzanti"


Intesa Sanpaolo, Coletta (Ugl): 'Scelte industriali penalizzanti'
18/10/2011, 10:10

“Durante il consiglio comunale di domani, avente come tema l’occupazione nel territorio partenopeo, figura tra i punti all’ordine del giorno il piano triennale di impresa del gruppo Intesa Sanpaolo. Oggi le organizzazioni sindacali di categoria sono state ascoltate in commissione lavoro ed hanno chiesto ai componenti della stessa di impegnarsi concretamente per la risoluzione della questione. La commissione lavoro si è impegnata, quindi, a predisporre un documento e una mozione d’indirizzo da presentare al sindaco, Luigi De Magistris”.

Lo annuncia il vicesegretario nazionale Ugl Credito, Mario Coletta, aggiungendo che “molte, infatti, sono e saranno le attività trasferite da Napoli verso il nord, tanti i lavoratori costretti al pensionamento anticipato, numerosi saranno riconvertiti in attività a basso valore aggiunto. Si registrerà, quindi, un saldo negativo per l’occupazione in una metropoli già gravemente provata dalla crisi e che rischia il collasso con questi ulteriori scippi”.

Durante l’audizione l’Ugl ha richiesto che il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, apra un serio e costruttivo confronto con l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera, per richiamarlo alle responsabilità che lui e la banca che amministra hanno rispetto al meridione d’Italia, richiamando altresì gli impegni assunti dal management della banca milanese all’atto dell’acquisizione del Banco di Napoli che è, per risultati, la prima banca del gruppo”.

“Al contrario di quanto sta accadendo – ribadisce con forza il sindacalista - bisogna valorizzare il Sud e spingere attività e produzione proprio in questi territori permettendone così il riscatto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©