Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Irisbus, la protesta ritorna a Roma per due giorni. Centrella (Ugl): "Non abbandoneremo i lavoratori"


Irisbus, la protesta ritorna a Roma per due giorni. Centrella (Ugl): 'Non abbandoneremo i lavoratori'
30/08/2011, 17:08

“Il confronto di oggi con i lavoratori è servito per ascoltare nuovamente le loro esigenze e per dare ancora più forza e voce alla loro battaglia. L’Ugl è al fianco degli operai della Irisbus e non li abbandonerà mai, lo stabilimento della Valle Ufita ha bisogno di risposte concrete e, soprattutto, di garanzie per i posti di lavoro”.

Così Giovanni Centrella, segretario generale dell’Ugl, subito dopo il confronto davanti alla Camera con un’ampia delegazione degli operai della Irisbus, in ‘trasferta’ a Roma, da oggi fino a domani, momento del nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico e, forse, giorno decisivo per la vertenza. Il presidio si sposterà dalla Camera a via Veneto alle ore 15, orario di inizio del tavolo di discussione tra parti sociali e vertici del Dicastero.

“La voce dell’Irisbus ormai si è estesa a macchia d’olio – conclude il sindacalista – mentre una parte dei lavoratori sono in presidio davanti allo stabilimento di Flumeri, altri otto operai hanno raggiunto, da alcuni giorni, la fabbrica di Suzzara, a Mantova. Come ho già detto, la vertenza ha tutto il diritto di esplodere a livello nazionale e di poter avere, nel più breve tempo possibile, una soluzione atta a salvaguardare i circa 2mila operai e il futuro delle loro famiglie”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©