Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

Ischia, la scuola boccia e il TAR promuove


Ischia, la scuola boccia e il TAR promuove
26/10/2012, 09:25

Dopo il caso clamoroso della piccola Susy bocciata ingiustamente in prima elementare, assurto per la sua singolarità agli "onori" della cronaca nazionale, la scuola ischitana, a distanza di pochi mesi, conquista ancora una volta la ribalta e viene nuovamente bacchettata dal Tar per la mancata promozione di un bambino di Forio, al quale erano stati diagnosticati, come nell'altra vicenda, disturbi specifici nell'apprendimento.
Il Tar Campania, al quale si sono rivolti i genitori del piccolo, ha, infatti, integralmente accolto le tesi sostenute in giudizio dai loro difensori, gli avvocati Bruno Molinaro e Miriam Petrone, che hanno censurato per eccesso di potere e violazione di legge il comportamento tenuto, nella specie, dall'istituzione scolastica nei confronti del discente illegittimamente penalizzato. La cosa incredibile è che il bambino i Forio si è ritrovato promosso in seconda dopo aver iniziato da circa un mese l’anno scolastico in prima media Ma quello foriano non rappresenta certamente un caso isolato. Infatti sono tantissimi i bambini con difficoltà di apprendimento che non ricevono un adeguato supporto didattico e la cui disagevole condizione scolastica viene alla ribalta solo se vengono bocciati così com’è avvenuto a Forio e lo scorso anno alla scuola elementare di Lacco Ameno.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©