Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Joint-venture tra Renault-Nissan e Russian Technologies


Joint-venture tra Renault-Nissan e Russian Technologies
04/05/2012, 11:05

L’Alleanza Renault-Nissan e la società pubblica Russian Technologies hanno deciso la creazione di una joint-venture che darà all’Alleanza Renault-Nissan una partecipazione di maggioranza indiretta in AvtoVaz, in conformità ad un protocollo di intesa firmato oggi.

L’Alleanza Renault-Nissan, AvtoVAZ, Russian Technologies e Troika Dialog hanno firmato oggi, a Parigi, un protocollo di intesa che prevede la creazione da parte dell’Alleanza Renault-Nissan e della società pubblica Russian Technologies una joint-venture che controllerà AvtoVaz, primo costruttore automobilistico in Russia, produttore della celebre marca Lada.

Renault-Nissan investirà circa 750 milioni di dollari per acquisire il 67,13% del capitale della joint-venture a metà del 2014. La joint-venture deterrà quindi il 74,5% di AvtoVaz.
La transazione sarà finalizzata entro il 2014.

Renault, che aveva già acquisito il 25% del capitale di AvtoVaz nel 2008, ed ha aiutato AvtoVaz ad avviare una profonda ristrutturazione, investirà circa 300 milioni di dollari nella joint-venture. Il contributo di Nissan, che attualmente non è azionista di AvtoVaz, ammonterà all’incirca a 450 milioni di dollari.
Queste somme saranno versate in più tranche da Renault e Nissan, da oggi sino al 2014.

Russian Technologies ridurrà i suoi prestiti a AvtoVaz di circa 7 miliardi di rubli (238 milioni di dollari) ricevendo i proventi dalla vendita anticipata degli attivi non strategici da parte di AvtoVaz. Il resto di questi prestiti senza interesse, del valore di circa 46 miliardi di rubli (1.56 miliardi di dollari), sarà prolungato a lungo termine. Questo consentirà ad AvtoVaz di avere un bilancio solido, senza problemi di liquidità.

"L’accordo raggiunto oggi segna una tappa supplementare nel processo di collaborazione sempre più esteso, che contribuisce alla modernizzazione del leader dell’industria automobilistica russa", ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente e CEO dell’Alleanza Renault-Nissan. "Renault e Nissan proseguiranno nel trasferimento di tecnologie, mentre i nostri colleghi russi saranno sempre più presenti all’interno del team multiculturale dell’Alleanza”.

"Siamo molto soddisfatti di permettere ad AvtoVaz di rafforzare i suoi legami con l’Alleanza Renault-Nissan e di accogliere Nissan come nuovo partner strategico di AvtoVaz”, ha dichiarato Sergueï Chemezov, Direttore Generale di Russian Technologies e Presidente del Consiglio di amministrazione di AvtoVaz. “La joint-venture tra Russian Technologies e l’Alleanza è un’ulteriore testimonianza degli evidenti progressi che abbiamo fatto per creare una visione condivisa a beneficio di AvtoVAz e del marchio Lada”.

L’Alleanza Renault-Nissan procederà nei prossimi mesi ad un audit finanziario, giuridico e ambientale. Le parti dovranno firmare gli accordi definitivi e concludere la transazione entro il 2012, con la riserva di ottenere le autorizzazioni regolamentari di utilizzo.

La joint-venture acquisirà la totalità delle quote detenute da Troika Dialog in AvtoVaz entro il 2014.

“Troika Dialog è fiera di aver giocato un ruolo attivo nel raggiungimento di uno degli accordi strategici più riusciti dell’industria russa. AvtoVaz è un esempio del modo in cui un’industria può beneficiare degli sforzi comuni compiuti da attori industriali internazionali al fine di fornire un modello di competitività futura e sottolineare l’importanza del contributo dell’industria automobilistica all’economia russa”, ha dichiarato Ruben Vardanian, Presidente di Troika Dialog.

Una collaborazione sempre attiva

La firma di questo protocollo avviene un mese dopo l’inaugurazione da parte del Primo Ministro russo Vladimir Putin, all’interno della fabbrica AvtoVaz di Togliatti, di una della nuove linee di produzione che rappresenta un investimento di 525 milioni di dollari e una capacità di produzione di 350.000 veicoli l’anno. Con queste ulteriori capacità, la fabbrica dispone ormai di una produzione annuale di circa un milione di veicoli.

Renault, Nissan e Lada lanceranno un’offensiva prodotti che si tradurrà nella modernizzazione del cuore della gamma di Lada e l’immissione nel mercato di nuovi veicoli per i tre marchi (di cui cinque modelli prodotti sulla nuova linea di produzione dell’Alleanza). Oltre a Togliatti, i tre marchi dispongono di impianti produttivi a Mosca, San Pietroburgo e Ljevsk.

“AvtoVaz accoglie positivamente l’accordo tra i suoi principali azionisti. La nostra azienda crede che l’Alleanza Renault-Nissan e Russian Technologies condividano la stessa visione riguardo il potenziale di AvtoVaz, che dovrebbe essere determinante per la sua riuscita futura” ha dichiarato Igor Komarov, CEO di AvtoVAz. “I due principali azionisti continueranno a fornire tutto il supporto necessario per realizzare il più importante piano di trasformazione di sempre. Il management di AvtoVaz e i nostri partner dell’Alleanza continueranno ad accelerare il nostro processo di integrazione e i progetti congiunti”.

La Russia è l’economia europea che registra il più alto tasso di crescita. Dovrebbe ricoprire un ruolo di primo piano per molti decenni grazie all’aumento dei consumi dei ceti medio-alti. I redditi annuali di oltre 10 milioni di famiglie russe superano già i 50.000 dollari americani.

Le vendite complessive di veicoli (automobili e veicoli commerciali) in Russia hanno raggiunto i 2,65 milioni di veicoli nel 2011. Il volume stimato per il 2012 dovrebbe raggiungere i 2,9 milioni di unità.

Nel 2011 l’Alleanza ha venduto in Russia 878 990 auto, di cui 578 387 Lada. Con una quota di mercato del 33%, la Russia è il terzo mercato dell’Alleanza dopo la Cina e gli Stati Uniti.

L’Alleanza Renault-Nissan beneficia per questa transazione della consulenza di HSBC.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©