Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

La pasta Amato torna in tavola


.

La pasta Amato torna in tavola
31/08/2012, 11:27

 

La pasta Antonio Amatosta per tornare sulla tavola dei salernitani e non solo. Ci vorrà però ancora un po’ di tempo prima di vederla sugli scaffali di supermercati e negozi di alimentari. Da lunedì gli stabilimenti di via Tiberio Claudio Felice ricominceranno a produrre spaghetti, penne e rigatoni per lo storico marchio che tornerà così di nuovo sul mercato. Dunque la nuova gestione del pastificio sottola famiglia Di Martinosi prepara al varo della nuova linea. Dopo un primo periodo di manutenzione degli impianti, che nel frattempo hanno anche prodotto formati per gli altri marchi del gruppo degli imprenditori di Gragnano, lo stabilimento della zona industriale si prepara ora a sfornare i primi pacchi di pasta con il marchio Antonio Amato. Un avvio della produzione cominciata il ritardo per motivi tecnici ma anche per consentire al marketing ed alla rete vendita del gruppo Di Martino di farsi trovare pronti all’uscita della nuova linea. Con la ripresa della produzione tirano un sospiro di sollievo anche i lavoratori che vedono così aumentare le speranze di essere riassorbiti dall’azienda. Di Martino al momento ha ripreso solo un numero limitato di operai, lo stretto necessario per riavviarela produzione. Unascelta dell’imprenditore imposta dal momento economico delicato anche se il gruppo Di Martino non ha nascosto l’intenzione di avvalersi di nuove unità operative nel momento in cui il ritorno sul mercato della pasta Antonio Amato farà registrare il favore del consumatore e di conseguenza renderà necessario un aumento della produzione. 

Commenta Stampa
di Rocco Papa
Riproduzione riservata ©