Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

La qualità dei dati l'obiettivo chiave per il 2011


La qualità dei dati l'obiettivo chiave per il 2011
15/02/2011, 13:02

Milano, 14 febbraio 2011- Uno studio relativo ai sistemi di CRM effettuato dall'istituto di ricerca I2S Consulting * ha rivelato come la qualità dei dati sia il fattore chiave per assicurare la reale efficacia delle azioni che vengono intraprese sulla base della indicazioni fornite dai sistemi CRM implementati in azienda.

La ricerca è stata eseguita su un panel di 245 aziende con lo scopo di analizzare lo status dei sistemi di CRM, i progetti pianificati per il 2011 e i fattori critici identificati dalla aziende sulla base della loro esperienza. Tra le imprese che hanno in essere progetti CRM (il 51% del totale) ben l'88% ha indicato il miglioramento della qualità dei dati come obiettivo principale del progetto stesso. Lo scopo fondamentale dei sistemi CRM (Customer Relationship Management) è quello di ottimizzare e mantenere le relazioni con i clienti attuali e potenziali di un'azienda, in un'ottica di medio-lungo periodo. Elemento chiave per assicurare l'efficacia delle iniziative che utilizzano le informazioni contenute nel sistema, è la qualità dei dati in esso contenuti. E' pertanto evidente che la qualità dei dati contenuti nel database del sistema CRM è importante tanto quanto il sistema stesso e una bassa qualità può compromettere i risultati di tutta l'attività.

Un altro dato interessante riguarda le imprese con più di 1.000 dipendenti per le quali il motivo principale dell'avvio di un progetto CRM (il 47% dei casi) è proprio l'esigenza di unificare in un unico database le informazioni provenienti da diversi sistemi: anche in quest'area risulta essenziale la funzionalità delle tecnologie utilizzate per la gestione anagrafiche duplicate e la normalizzazione dei dati.

Per quanto riguarda in generale i problemi emersi durante l'introduzione in azienda dei sistemi CRM, il principale, indicato dal 44% dei rispondenti, sono legati all’ elaborazione iniziale delle informazioni e ai processi di migrazione dei dati.

E' esattamente in questo contesto che si inserisce l'offerta di Uniserv, che dispone di un portafoglio di soluzioni di Data Quality per il CRM perfettamente compatibili con tutti i più diffusi sistemi CRM. La normalizzazione e deduplica di dati e i successivi processi di gestione dell'inserimento dei nuovi record, assicurano il mantenimento di un elevato livello di qualità dei dati, garantiscono una maggiore efficacia operativa delle iniziative di CRM e proteggono nel tempo il valore degli investimenti effettuati dall'azienda in quest'area.

"I numeri espressi dallo studio parlano chiaro: nelle aziende c'è ormai piena consapevolezza del fatto che la qualità dei dati è un punto strategico per rendere i sistemi CRM reali propulsori del business”, sottolinea Alberto Boggetti, Sales Manager Europe di Uniserv. “Senza una adeguata gestione della Data Quality, nessun sistema CRM può esprimere il suo reale potenziale, sia in termini di mantenimento e sviluppo della clientela esistente, come nella conquista di nuovi clienti. Uniserv mette a disposizione delle aziende un portafoglio di strumenti ampiamente collaudati e di agevole implementazione e utilizzo.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©