Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

La scuola digitale a Caivano è realtà grazie a Microsoft


La scuola digitale a Caivano è realtà grazie a Microsoft
06/06/2012, 12:06

Caivano, 6 giugno 2012 – 4 classi, 100 studenti entusiasti e partecipi, 80 docenti motivati: questi i numeri della sperimentazione iniziata a febbraio presso la scuola primaria Bruno Ciari di Caivano, i cui risultati sono stati presentati oggi alla presenza di Antonio Falco, Sindaco di Caivano, Diego Buscè, Ufficio Scolastico della Regione Campania, Luisa Franzese, Ufficio Scolastico Provinciale di Napoli, Angela Orsini, Assessore alla Cultura del Comune di Caivano, Bartolomeo Perna, Dirigente scolastico 3° circolo Caivano, Vice Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Caivano, e Alessandro Paolucci, Direttore della Divisione Education di Microsoft Italia.



Capacità di lavorare in gruppo – ricerche sulla rete, presentazioni in PowerPoint, testi su word e grafici di Excel – presentazione dei progetti e condivisione dei lavori: sono solo alcuni degli ambiti che gli studenti hanno esplorato grazie anche all’utilizzo quotidiano di lavagne interattive durante i 4 mesi della sperimentazione e che hanno permesso un apprendimento rapido e divertente.



KitXKids – l’applicazione tutta italiana che prevede una versione ad hoc per bambini e ragazzi del pacchetto Office di Microsoft – ha infatti riscosso grande successo, tra insegnanti e ragazzi. Se da un lato gli studenti hanno particolarmente apprezzato l’aspetto ludico, che ha permesso un approccio divertente e intuitivo alle tradizionali materie di studio, i maestri hanno notato una maggiore partecipazione attiva. Gli strumenti tecnologici hanno permesso ai ragazzi di lavorare in gruppo, collaborando gli uni con gli altri, in una vera e propria Scuola Digitale.



“Microsoft è da sempre attenta al mondo della scuola, come dimostrano i diversi progetti a sostegno del processo di modernizzazione del sistema educativo. KitXKids è una applicazione tutta italiana che abbiamo ideato e realizzato per aiutare gli studenti ad avvicinarsi al mondo del computer. I risultati in termini di motivazione, partecipazione e interesse dimostrano che abbiamo trovato la giusta chiave per permettere ai ragazzi di usare la tecnologia, non soltanto come strumento di gioco, ma anche e soprattutto come strumento di studio”, ha dichiarato Alessandro Paolucci, Direttore della Divisione Education di Microsoft Italia.



“La sperimentazione di KitXKids ha motivato non solo i ragazzi, ma anche e soprattutto il corpo docente. Abbiamo voluto investire in tecnologia intesa non solo come hardware e software, ma anche in attività di formazione per gli insegnanti,” ha dichiarato Bartolomeo Perna, Dirigente scolastico 3° circolo Caivano, Vice Sindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Caivano. “Il nostro obiettivo era anche quello di creare collaborazione con il territorio, e grazie anche alla community Apprendere in rete – http://www.apprendereinrete.it/ - è stato possibile condividere passo per passo i risultati della sperimentazione con altre scuole, che ora chiedono di iniziare al più presto ad usare gli strumenti tecnologici.”



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©