Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

LA UIL SCIOPERA CONTRO IL CAROVITA


LA UIL SCIOPERA CONTRO IL CAROVITA
02/09/2008, 15:09

Dopo che è stato ripetutamente denunciato l’aumento sproporzionato dei prezzi dei beni di prima necessità e le pesanti conseguenze che ne derivano sulle tasche dei consumatori e dopo un primo lucido tentativo da parte della Regione Campania di adottare soluzioni adeguate e tempestive, nulla più è stato fatto a favore dei consumatori che hanno reali difficoltà nell’acquisto della spesa quotidiana: è quanto denuncia l’ADOC, l’Associazione dei Consumatori della Campania, alla luce dei rincari mai bloccatisi e delle decisioni mai attuate.

Dal mese di marzo, afferma Luciana Del Fico, presidente ADOC Campania, la Regione Campania aveva aperto un percorso, in comune accordo con   l’Adoc e le altre associazioni dei consumatori e gli imprenditori del comparto agro-alimentare, per preparare un paniere alimentare a costo controllato ed aprire   uno spiraglio ai consumatori di Napoli e Campania, aiutandoli nella spesa quotidiana. “Siamo a settembre, continua Del Fico, e nulla è cambiato, il caro vita non si è fermato, i prezzi sono insostenibili, noi riceviamo le denunce e le preoccupazioni degli utenti, soprattutto di quelli appartenenti alle fasce più deboli, che non sono pochi nella nostra città, ma le Istituzioni locali restano in silenzio senza convocarci e senza continuare quel percorso annunciato e ma mai concluso.
L’Adoc sottolinea l’importanza di riaprire gli accordi presi e di mettere in pratica i progetti già annunciati, “sarebbe un segnale positivo per i cittadini-consumatori della nostra   regione, conclude Del Fico , i quali si stanno preparando allo Sciopero nazionale della Pagnotta, in programma il 18 settembre, durante il quale non verranno acquistati pane e pasta e saranno ridotti i consumi energetici per tutta la giornata.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©