Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

L’associazione nata nel 2009 conta oltre 8mila iscritti

L’Aicast aderisce all’Unione Industriali di Napoli

L’accordo illustrato in conferenza stampa

.

L’Aicast aderisce all’Unione Industriali di Napoli
27/01/2011, 21:01

NAPOLI - L’Aicast (Associazione Industria, Commercio, Artigianato, Servizi e Turismo) della Provincia di Napoli aderisce all’Unione Industriali. L’Accordo Associativo è stato illustrato nel corso di una conferenza stampa presso la sede dell’Unione Industriali. Ciro Fiola, presidente dell’Aicast, ha parlato di un importante tassello per la crescita dell’associazione, in un percorso mirato sia alla crescita dell’Aicast, sia per rappresentare le già oltre 8mila aziende che, in meno di due anni, hanno aderito all’Associazione.
L'Aicast - Associazione, Industria, Commercio, Artigianato, Servizi e Turismo della Provincia di Napoli - è nata il 29 ottobre del 2009 a Napoli, su iniziativa di un cospicuo numero di operatori commerciali e di altri imprenditori di tutti i settori della produzione, animati dalla volontà di costituire un'associazione interdisciplinare.
Per dare maggiore slancio e rappresentatività all’Associazione il 5 luglio 2010 viene firmato un accordo con il quale Aicast entra a far parte del Sistema Confindustria.
L'Aicast, presieduta da Ciro Fiola, è un'associazione democratica, pluralista e libera da qualsivoglia condizionamento che rappresenta i soggetti economici, imprenditoriali e professionali orientati alla produzione, organizzazione ed erogazione di servizi alle persone ed alle imprese, alle comunità ed al sistema economico e sociale più ampio. Aicast intende svolgere una funzione di rappresentanza generale e unitaria delle imprese, delle attività professionali, dei lavoratori autonomi e degli imprenditori pensionati che si riconoscono – in particolare nei settori dell’industria, delle piccole e medie imprese della distribuzione commerciale, del turismo, dei servizi e della logistica – nei valori del mercato e della concorrenza, della responsabilità sociale dell’attività dell’impresa e del servizio reso ai cittadini, ai consumatori e agli utenti.
Gli scopi dell'associazione sono indirizzati verso uno sviluppo equo, integrato e sostenibile per il riequilibrio sul territorio della piccola media e grande distribuzione, la tutela della legalità e della sicurezza, la prevenzione e il contrasto di ogni forma di criminalità, organizzata e non, la tutela e la rappresentanza delle imprese, la valorizzazione degli interessi delle stesse, delle attività professionali e dei lavoratori autonomi che si riconoscono nel sistema, con il riconoscimento del loro ruolo economico e sociale.
Gli scopi generali dell'associazione sono perseguiti mediante le funzioni specifiche attribuite dallo Statuto ai diversi ambiti e livelli che compongono il sistema provinciale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©