Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Tre gli obiettivi : giovani, donne e disoccupati

Lavoro: Caldoro presenta il nuovo piano d’azione


.

Lavoro: Caldoro presenta il nuovo piano d’azione
08/10/2010, 21:10

NAPOLI: È stato presentato nella Sala Giunta presso il Palazzo S. Lucia , il nuovo” Piano di azione per il lavoro”. Il presidente della Regione Stefano Caldoro e l’Assessore Severino Nappi hanno illustrato i punti principali su cui verte il piano straordinario redatto dall’assessorato al Lavoro e alla formazione professionale col coordinamento della Presidenza e il supporto tecnico all’Agenzia regionale per il Lavoro e di Italia Lavoro.
I punti principali su cui si intende lavorare riguardano: I giovani,le donne, i disoccupati e inoccupati di lungo periodo. Ma non solo questi , Il programma toccherà allo stesso tempo più ambiti di intervento.
Cambia la filosofia di intervento e l’attenzione ricade su chi genera lavoro in modo diretto e senza mezze figure. Attraverso una semplificazione delle procedure burocratiche e l’accelerazione dei meccanismi di attuazione si procederà per la riqualificazione e la ricollocazione dei disoccupati e licenziati . Per quanto riguarda la fascia giovanile , sconcertanti sono i dati che vedono milioni di giovani in casa, senza lavoro e pronti a trovarne uno in modo pulito. “ La nostra priorità è quella di risolvere la situazione critica che i giovani sono costretti ad affrontare “, così interviene il Presidente della regione, che continua : “ Non ci lasceremo influenzare ne sottomettere da nessuno ”. Sempre guardando al futuro dei giovani , saranno rinforzati gli incentivi per l’apprendistato , di primo inserimento lavorativo attraverso attività di formazione in azienda , i dottorati e i percorsi di alta formazione all’interno delle imprese.
Sarà contrastato anche il bassissimo livello di occupazione femminile e questo sulla base di risorse dedicate espressamente alle donne. Lo stesso verrà fatto anche per gli immigrati . Si tratta di una realtà che ormai fa parte della nostra società, e come tale ,dichiara l’Ass. Nappi ,deve essere seguita ed integrata con una specifica misura nel mondo del mercato lavorativo .
Particolare attenzione verrà data anche al ruolo delle piccole e medie imprese, per incentivarne lo sviluppo , l’innovazione e la qualità. Maggiore spazio verrà dato anche alle Province , attraverso il Masterplan dei servizi per l’impiego , permettendo anche in Campania l’integrazione tra pubblico e privato . Obiettivo comune sarà quello di far crescere in Campania il lavoro in qualità e in quantità.
Oltre 500 milioni di euro investiti nel sostegno del lavoro campano e oltre 50 mila i lavoratori interessati .
Il carattere straordinario del piano è legato ai problemi del mercato del lavoro in Campania ed è proprio su questa crisi che interviene. Agirà soprattutto sulle doti di assunzione e sugli incentivi rivolti all’inserimento nel lavoro , lì dove la condizione di lavoro è più grave ma anche dove più concreta è la disponibilità al lavoro stesso.




Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©