Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

'Flexicurity ed etica del lavoro', convegno al Santa Lucia

Lavoro ed etica, Sepe: 'Il lavoratore va rispettato'


.

Lavoro ed etica, Sepe: 'Il lavoratore va rispettato'
08/10/2012, 13:06

Approfondire il rapporto che esiste tra flessibilità del lavoro, le regole in materia e l’etica. Questo il tema del convegno dal titolo “Flexicurity ed etica del lavoro”, una tematica che arriva da una moderna teoria Nordeuropea per l'applicazione della flessibilità del lavoro sia in entrata che in uscita, che presti la massima attenzione alla sicurezza e alla tutela del lavoratore, ma anche alla sua continua crescita professionale.

«Il rispetto del lavoratore deve essere il principale obiettivo di chi opera nel mercato. Non devono essere solo le semplici regole del mercato a definire un rapporto occupazionale, ma anche le regole dell'uomo, alla base di qualunque altro rapporto. Ecco l'etica del lavoro». A dichiararlo il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, che ha preso parte ai lavori.

Il contesto italiano di welfare, regole, etica del lavoro in rapporto con la nuova idea di Flexicurity è stato approfondito anche dall’assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Campania, Severino Nappi che ha ribadito: “Coniugare nelle politiche del lavoro l'etica con l'impresa e il mercato in questo tempo di crisi è un dovere delle istituzioni. Noi, com'e emerso anche dal confronto internazionale di oggi, crediamo che sia possibile costruire una via campana: costruire le regole del lavoro con le imprese e le parti sociali crea coesione sociale e riduce gli egoismi del mercato. Solo garantendo serietà e rigore nelle scelte, senza lasciare indietro nessuno ma ricordando che non ci sono opportunità senza sacrifici, è possibile crescere e prosperare, oggi più che mai».

Della tematica hanno discusso anche Rossella Paliotto dell’Associazione Nord e Sud e Claudio Agrelli, pubblicitario e fondatore di “Città di Partenope”.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©