Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Sciopero nazionale del settore agricolo

Lavoro, lo sciopero delle Comunità Montane campane

In cinquemila sotto la sede della Regione Campania

.

Lavoro, lo sciopero delle Comunità Montane campane
27/04/2012, 17:04

In circa cinquemila si sono dati appuntamento intorno alle 9 di stamane a piazza Mancini a Napoli e, armati di bandiere e fischietti, in corteo si sono recati sotto la sede della Regione Campania in via Santa Lucia. Sono i lavoratori delle Comunità Montane delle cinque province della regione che hanno aderito allo sciopero nazionale del settore agricolo indetto da Cgil, Cisl e Uil per oggi. Protestano contro il mancato pagamento degli stipendi. A rischio l’intero sistema delle Comunità Montane della Campania. La segretaria generale nazionale della Flai-Cgil, Stefania Crogi, ha spiegato che si tratta di "uno sciopero nazionale del settore agricolo, ancora più sentito in Campania in quanto ci sono 4500 operai forestali che sono senza stipendio da dieci, undici mesi. I lavoratori sono stanchi delle false promesse della giunta, è in sciopero il 100% del settore che, con il prossimo appuntamento, sarà a Roma per un confronto sul futuro dei lavoratori". Una mobilitazione che si è fatta sentire in tutta Italia. Sono stati, infatti, un milione i lavoratori del settore agricolo che hanno scioperato nella giornata di oggi sotto le bandiere di Fai, Flai e Uila contro l'estensione dei voucher, prevista nel ddl della riforma del lavoro, che considera occasionale il lavoro stagionale in agricoltura. Le manifestazioni più importanti, ha fatto sapere la Uila, si sono svolte a Catania, a Napoli e a Catanzaro.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©