Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

LE TERRE DEL TABACCO PRONTE ALLA RIVOLTA CONTRO LA UE


LE TERRE DEL TABACCO PRONTE ALLA RIVOLTA CONTRO LA UE
03/07/2008, 11:07

Politici, sindacalisti, amministratori locali e cittadini comuni, si sono ritrovati questa sera a Sant’Andrea di Pizzone (Ce) per discutere delle politiche europee in materia di produzione di tabacco. Il convegno “Tabacco, il futuro possibile” tenutosi nella centrale Piazza Iannotta ha visto la partecipazione dell’assessore regionale alle attività produttive Cozzolino e del sottosegretario alle politiche Agricole Buonfiglio, i quali si sono ritrovati d’accordo nel voler sostenere le ragioni dei produttori locali. “Se il blocco dei paesi del nord della Unione Europea non intende ascoltare le ragioni delle popolazioni” ha affermato Buonfiglio “non ci si lamenti poi che i tentativi di dotarci di una costituzione europea finiscano per fallire”. Molte le personalità della provincia presenti in piazza tra le quali il consigliere comunale di Caserta Marco Cerreto esponente di Alleanza Nazionale che ha dichiarato “Questa è una manifestazione importante, Il sud Italia, la Campania e la provincia di Caserta non possono rinunciare all’agricoltura ed al turismo, le preoccupazioni dei presenti, oggi lo hanno dimostrato”. Freddo è determinato Ferdinando Palumbo segretario provinciale del settore agroalimentare della Ugl ha aggiunto “La coltivazione del tabacco in questa provincia produce ricchezza e benessere, non possiamo permettere che questo patrimonio vada dissipato. E’ bene accantonate il sogno di industrializzare in maniera massiccia queste zone e concentrarsi sulle reali possibilità di sviluppo che la regione ci offre.” Gli fa eco Lucio Rotondo consigliere comunale di Liberi: “Se alle popolazioni della provincia verrà scippata la risorsa agricola saranno guai seri, è bene che la politica a tutti i livelli prenda atto di questa realtà.” In conclusione il sindaco di Francolise Andrea Russo ha dato appuntamento ai convenuti alla seconda edizione della Festa del tabacco “Quando “ ha affermato “potremo festeggiare la vittoria delle nostre ragioni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©