Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Focus su Rating e impostazioni ai sensi della legge 231

Legalità e best practice per facilitare l'accesso al credito


.

Legalità e best practice per facilitare l'accesso al credito
29/05/2013, 11:02

NAPOLI -  La legalità e la buona organizzazione facilitano l’accesso al credito. Focus su Rating di Legalità e Modello della legge 231 del 2001: questo il tema del convegno che all'Unione Industriali di Napoli ha seduto allo stesso tavolo imprese, istituzioni e banche, alla scoperta della chiave di volta che possa permetterci di tornare ad investire sulle idee e sui giovani. L’iniziativa è promossa dall’Associazione imprenditoriale attraverso la Sezione Terziario Avanzato, in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Direttori Amministrativi e Finanziari (Andaf) ha rappresentato un momento importante di confronto su modelli aziendali virtuosamente organizzati. Punto essenziale nel dibattito Il ruolo del Passaggio Generazionale nella valutazione del rating, argomentato su cui ha relazionato Paolo Gaeta, presidente del comitato tecnico di Andaf Campania. Della buona organizzazione e della cosiddetta best practice che oltre a dare smalto alle imprese restituisce il volto migliore delle idee e della genialità ne abbiamo parlato con il presidente della BCC Napoli Amedeo Manzo. Sinergie con le istituzioni e organizzazione aziendale anche il fulcro dell'intervento dell'ex procuratore della repubblica Lepore che ai nostri microfoni ha sottolineato l'importanza imprescindibile della tracciabilità delle idee e delle attività produttive in modo da navigare a vista senza ombre. Partendo dal Modello Organizzativo della 231 come Strumento di Legalità e Sviluppo in azienda il convegno ha posto le basi per una migliore comprensione di tutti gli aspetti legati oggi all'accesso al credito, specie in questo momento di forte depauperazione della liquidità nazionale e di tensioni sociali dovute proprio alla mancanza di lavoro e di certezze.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©