Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Legge sul lavoro: Soddisfazione di Sarnataro


Legge sul lavoro: Soddisfazione di Sarnataro
28/07/2009, 14:07

Grande soddisfazione esprime il Presidente della III Commissione consiliare permanente, Giuseppe Sarnataro, per i lavori delle Commissioni congiunte (III, VI e Speciale Giovanile) che hanno licenziato oggi, il disegno di legge “Testo unico della normativa della Regione Campania in materia di lavoro e formazione professionale per la promozione della qualità del lavoro”.
Il Presidente Sarnataro sottolinea come “il lavoro di confronto tra le forze politiche abbia prodotto un testo che introduce novità nel mondo del lavoro in Campania, il cui fine ha lo scopo di promuovere, garantire, assicurare, valorizzare il valore economico sociale e l’opportunità di accesso al mondo della produzione nonché semplificare e aggiornare gli indirizzi del sistema formativo regionale”.
Inoltre, continua Sarnataro, “nella seduta odierna, su sollecitazione delle Confederazioni sindacali regionali, nonché sugli impegni assunti in Conferenza dei capigruppo con i Sindaci della zona Torrese Stabiese, congiuntamente con i Presidenti delle Commissioni e del Vicepresidente Ronghi, abbiamo recepito un emendamento sulle aree di crisi completando il quadro normativo”.
Il testo licenziato, afferma Sarnataro, “ in tempi brevi andrà all’approvazione dell’Aula, è il frutto di un lavoro di concertazione tra le forze di maggioranza e di opposizione con la Giunta regionale che ha individuato un testo unitario. Per questo auspico che il clima registrato nelle tre Commissioni si riproduca in Aula al momento dell’esame. A tal proposito, conclude il Presidente della Commissione, “proprio la designazione di due relatori, Sarnataro per la maggioranza e Ronghi per l’opposizione, permetterà una rapida approvazione al fine di dotare la Regione di uno strumento fondamentale per il governo dei rapporti nel mondo del lavoro e di innovazione nell’attuale periodo di crisi economica”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©