Istruzione e lavoro / Formazione

Commenta Stampa

Lilt e Aism, si concludono i seminari sul tema “Oltre le barriere virtuali”


Lilt e Aism, si concludono i seminari  sul tema “Oltre le barriere virtuali”
10/10/2009, 12:10

Giungono a conclusione i seminari sul tema “Oltre le barriere virtuali” organizzati dalle sezioni casertane della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) e dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism), nell’ambito delle iniziative realizzate per le attività di promozione del Centro servizi per il volontariato della provincia di Caserta Csv Asso.Vo.Ce. L’ultimo appuntamento è in programma per sabato 10 ottobre alle ore 9 presso la Sala Convegni Gesan in via Torino 14 a San Nicola la Strada.

“L’accessibilità del disabile ad Internet – sottolineano gli organizzatori dei seminari - è da molti giudicata quale espressione di democrazia e parità dei diritti. Ma l’accesso ad Internet ed ai suoi contenuti presenta attualmente una miriade di problemi per gli individui affetti da handicap fisici, sensoriali o cognitivi. Questo nuovo strumento di comunicazione può rivelarsi addirittura impossibile da usare per molti dei cittadini disabili in cerca di informazioni e servizi. Le giornate progettuali si propongono di fornire momenti di approfondimento sulle possibilità che lo strumento internet offre per il superamento delle barriere che quotidianamente si affrontano”.

Proprio mentre sono in dirittura d’arrivo i progetti di interoperabilità cooperativa promossi dalla pubblica amministrazione in materia di accessibilità alle informazioni da parte dei cittadini e trasparenza della P.A., vi è il rischio che man mano che prende piede il servizio pubblico in linea un’ampia fetta della popolazione venga marginalizzata. Questo risulta inaccettabile, a maggior ragione se si pensa che la categoria dei disabili è tra quelle che trarrebbero maggiori benefici dall’uso di servizi on line efficienti e accessibili.

In questo senso si vuole cogliere l’opportunità di promuovere la cultura delle tecnologie, non solo con l’obiettivo di assicurare a tutti i cittadini senza discriminazioni l’uso della rete e dei servizi che la pubblica amministrazione erogherà in rete, ma con l’obiettivo di favorire, fornendo gli opportuni strumenti, la partecipazione alle attività e la fruizione dei servizi per quei cittadini che oggi non ne hanno la possibilità o incontrano grossi ostacoli.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©