Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

LINA LUCCI NOMINATA VICE PRESIDENTE EBAC


LINA LUCCI NOMINATA VICE PRESIDENTE EBAC
10/12/2008, 10:12

 

Lina Lucci, Segretario Regionale Cisl Campania, è stata nominata stamattina Vice Presidente dell’EBAC –l’Ente Bilaterale Artigianato Campania cui aderiscono oltre cinquemilacinquecento lavoratori per circa tremila imprese artigiane.
Il Comitato di Gestione dell’Ebac, pertanto, è ora composto da Achille Capone (Claai) Presidente, Lina Lucci (Cisl) Vicepresidente e da: Vincenza Mauro (Cgia), Luciano Luongo (Casartigiani), Sergio Casola (Cna), Luigi Petricciuolo (Cgil), Giuseppe Ferrara (Uil) e Catello Agretti (Uil).
«Gli enti come Ebac assolvono a funzioni importanti già in situazioni ordinarie e con Istituzioni funzionanti – ha dichiarato Lina Lucci -  Il loro ruolo diventa ancora più rilevante in periodi come questo, dove alla crisi economica si somma quella di natura Istituzionale. Per affrontare questa fase delicata e rilanciare l’economia e l’occupazione è quanto mai opportuno puntare sulla bilateralità, accrescendo il peso degli enti in cui le esigenze di lavoratori e imprenditori – in questo caso artigiani – trovano la giusta sintesi, per tendere all’obiettivo comune: una ripresa complessiva dell’economia che dispieghi i propri effetti su tutti coloro che contribuiscono a realizzarla».
Per le foto di Lina Lucci: http://www.flickr.com/search/?q=lina+lucci
Lina Lucci
Sposata, una figlia di otto anni, Lina Lucci è segretario regionale della Cisl Campania. 
Entrata giovanissima nel sindacato, ha maturato un’esperienza ventennale nella Cisl, specializzandosi principalmente nell’area “formazione e mercato del lavoro” e sulle tematiche relative ai Giovani e alle Donne.
Già componente del Comitato di Gestione dell’Ebac, da oggi ne è Vice Presidente.
Ebac (http://www.ebac-campania.org)
L'EBAC è una libera Associazione senza fini di lucro costituita ai sensi dell'Accordo Interconfederale Nazionale del 21 luglio 1988 e Regionale del 12 marzo 1991 dalle Organizzazioni Artigiane e dalle Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori allo scopo di garantire interventi a favore delle imprese artigiane e dei loro dipendenti in momenti di difficoltà economica e produttiva.

Tra le finalità dell’ente figurano le seguenti: sostenere lo sviluppo dell'artigianato in quanto comparto decisivo per lo sviluppo della Campania; aiutare le imprese artigiane a crescere, favorendo l'innovazione, la formazione professionale, la creazione di nuovi servizi; aiutare l'imprenditoria giovanile e favorire incentivi all'occupazione; gestire i Fondi (Fondo di Sostegno al Reddito dei Lavoratori e di Sostegno alle Imprese, Fondo Assistenza Contrattuale, Fondo per la Formazione Teorica); mutualizzare gli oneri contrattuali delle malattie, infortuni, gravidanze e così via; costruire un nuovo sistema di relazioni sindacali, che tuteli gli interessi dei lavoratori e delle imprese artigiane, nell'interesse complessivo dello sviluppo dell'artigianato

.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©