Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Lucci (CISL): "prevenire la crisi per evitare altri casi Fincantieri"


Lucci (CISL): 'prevenire la crisi per evitare altri casi Fincantieri'
03/06/2011, 09:06

''Gli elementi evidenziati dagli analisti di Standard & Poor's confermano che abbiamo fatto bene a sostenere responsabilmente la fase di rientro dal deficit messa in atto dal Presidente Caldoro e che è necessario ora proseguire virtuosamente sui temi della sanità e passare finalmente a una fase di sviluppo - ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania. - Sulla Sanità occorre dare corso ai piani attuativi e garantire il funzionamento dei servizi e della rete ospedaliera.


Sullo sviluppo, invece, la Campania è in forte ritardo e le numerose richieste avanzate verso l'Assessore alle Attività Produttive sono finora cadute nel vuoto nonostante la mobilitazione di aprile che ha portato oltre 15mila persone del popolo della Cisl sotto Palazzo Santa Lucia proprio su questi temi.



Basta inseguire le crisi e fare affidamento esclusivamente su cassa integrazione e politiche passive. Occorre prevenire le crisi mettendo in atto le politiche giuste per tempo debito. Non devono più verificarsi situazioni come quella di Fincantieri, frutto di una sottovalutazione dei problemi e uno spreco di risorse da parte della politica locale e nazionale. Ciò nonostante i cantieri di Castellammare hanno tutte le carte in regola per essere rilanciati, a partire dall'efficienza superiore alle altre sedi della Fincantieri e alle elevate professionalità. Per questo il piano presentato dall'ad Bono è irricevibile e ce ne vuole uno nuovo. Questo ribadiremo con forza domani al tavolo a Roma".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©