Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

L'UIL scende in campo per i lavoratori Atitech


L'UIL scende in campo per i lavoratori Atitech
02/07/2009, 22:07

Dopo che l’unica proposta avanzata per Atitech non è stata accolta è necessario un tavolo ad horas tra il Governo centrale, il commissario Fantozzi, la CAI, il Sindacato e la Regione per discutere, ma soprattutto per decidere sul futuro di un’azienda che non solo sul territorio di Napoli ma anche su tutta la Nazione, è l’unico punto d’eccellenza nel settore della manutenzione aeronautica, importante per esperienza , professionalità e fama internazionale, è l’appello che lanciano la UIL e la UIL Trasporti di Napoli. Non possiamo permettere che venga smantellato un altro centro d’eccellenza nella nostra regione, sottolineano le due segreterie, significherebbe dare un altro duro colpo ad un’economia locale già affossata e ad un’occupazione storicamente in crisi. Salvaguardare il Mezzogiorno significa salvaguardare anche l’esistenza di realtà produttive importanti come Atitech ed i suoi lavoratori, più di 650 operai attivi ed altamente specializzati in un settore, quello della manutenzione che , visti anche gli ultimi tragici fatti di Viareggio, si rivela un settore fondamentale per i trasporti e lo sviluppo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©