Istruzione e lavoro / Scuola

Commenta Stampa

L’Unicef entra in classe all'Ipia di Mondragone


L’Unicef entra in classe all'Ipia di Mondragone
29/04/2010, 09:04


MONDRAGONE (Ce) - L’Ipia Leonardo Da Vinci di Mondragone diventa scuola Unicef. Martedì 4 maggio alle 10, per sancire questo importante legame faranno visita all’Istituto, diretto da Giovanni Battista Abbate, la presidente regionale Unicef Margherita Dini Ciacci e la referente provinciale Emila Narciso. “E’ questo un altro tassello che si aggiunge – dice il preside – alle tante iniziative avviate ad inizio anno con il Progetto Controvento volto alla legalità e alla convivenza civile. Del resto tutte le attività proposte dall'Unicef sono indirizzate alla realizzazione di principi educativi e culturali”. Va ricordato, poi, che i ragazzi dell’Ipia hanno realizzato nell’ambito del progetto di legalità un video dal titolo “Controvento” che sarà presentato ufficialmente il prossimo 13 maggio in occasione della Giornata dello Studente, promossa dalla Consulta provinciale degli Studenti e successivamente il 18 maggio per la Festa della Legalità in preparazione a Mondragone. Un’occasione questa che vedrà anche l’esibizione della band dell’Istituto denominata Tribù urbana, ideata dal percussionista e compositore Paki Palmieri. Quest’ultimo oltre ad essere autore delle musiche del cortometraggio, insieme alla band, ha anche curato la direzione artistica in collaborazione con Mario Scalino e Felice D’Andrea. In video gli studenti: Michele Luongo, Francesco Mancone, Daniele Russo, Paolo Sanfelice e Daniele Treglia. Docente referente del progetto è Giovanna Paolino. Il cortometraggio, va detto, è stato realizzato con il patrocinio della Provincia di Caserta e del Comune di Mondragone nonché del Csa (Ufficio scolastico provinciale). Il progetto Tribù Urbana, ricordiamo, è coadiuvato oltre che dal preside Abbate, anche dal fiduciario dell’Ipia Vincenzo Di Vaio e dai professori Giovanna Paolino, Alessandro Prisco, Giuseppe Rizzo e Lina Ventrone.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©