Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

L’Università degli Studi di Napoli Federico II lancia il canale iTunes U


L’Università degli Studi di Napoli Federico II lancia il canale iTunes U
24/03/2010, 14:03


NAPOLI - L’Università degli Studi di Napoli Federico II è la prima università italiana a lanciare il proprio canale iTunes U – un’area dell’iTunes Store che offre contenuti audio e video delle maggiori università (www.itunes.it) – e a presentare la sua ricca offerta formativa insieme ad università come Stanford, Yale, Oxford. «La Federico II ha scelto di combinare la sua cultura millenaria con le nuove opportunità dell'era digitale» ha detto il rettore Guido Trombetti. «La nostra università, fondata nel 1224, è tra le più antiche in Europa, e oggi si presenta come perfetto connubio di tradizione e innovazione». «Oggi, con l’apertura del servizio iTunes U, la Federico II fa un altro passo importante per parlare il linguaggio delle “generazioni digitali”» dice Mauro Calise, direttore scientifico di Federica, il web learning della Federico II che garantisce accesso libero all’ampia selezione della ricca offerta formativa dell’Ateneo. Il canale iTunes U è stato popolato con audio-video podcasts delle 13 facoltà dell’Ateneo, con corsi di medicina, architettura, letteratura, scienza, informatica e una selezione di link e risorse scientifiche consigliate dai docenti della Federico II. A meno di un anno dalla sua presentazione ufficiale, Federica può contare su tre milioni di visite, da 192 paesi diversi. «Il nostro Web Learning - continua Mauro Calise - punta su tre fattori: open access, flessibilità e portabilità per raggiungere pubblici sempre più ampi – studenti, docenti, professionisti – che possono esplorare gratuitamente una straordinaria quantità di materiali didattici. Uno strumento unico per l’orientamento, lo studio e la ricerca». Federica (http://www.federica.unina.it/) sfrutta da sempre le potenzialità del podcasting ed oggi grazie a iTunes U si misura con università di prestigio internazionale. Con la sua interfaccia semplice e accattivante, ad alto impatto comunicativo, ha riscosso grande successo tra i giovani. Un unico formato per tutti i corsi, di tutte le facoltà. I corsi in weblearning offrono sintesi delle lezioni, materiali di approfondimento, risorse multimediali, audio, video e link a fonti scientifiche in rete selezionate direttamente dai docenti. Federica è anche la Living Library, una guida all’accesso gratuito ai materiali di studio in rete. Un’autorevole selezione di biblioteche e archivi online per ogni Facoltà: riviste, e-book, enciclopedie, collane di prestigio e banche dati. Federica offre inoltre libero accesso al suo campus virtuale, che riunisce in una piazza immaginaria tutte le Facoltà dell’Ateneo. Un luogo da esplorare per scoprire il mondo della Federico II, la sua offerta didattica, le sue straordinarie risorse. «Con le lezioni in iTunes U – sottolinea Giuseppe Marrucci, presidente del CSI, il Centro Servizi Informativi dell’Ateneo - abbiamo scelto la formula della massima flessibilità ed apertura per venire incontro alle diverse domande del pubblico studentesco: dai non-frequentanti, che hanno così a disposizione gli elementi base di ogni lezione, a coloro che, dopo aver seguito il corso in aula, vogliono “ripassarlo” a casa o in treno; ai molti studenti che cercano di andare oltre la lezione, approfondendone i temi grazie alle risorse web selezionate dai docenti». «E questo è solo l’inizio di un programma di sviluppo ambizioso – aggiunge il Rettore Trombetti –. Contiamo di arrivare a 300 corsi, 5000 lezioni e 1000 podcast entro la fine del 2010, includendo anche molti contenuti in lingua inglese, per un’offerta formativa sempre più vicina alle esigenze e al linguaggio del mondo giovanile».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©