Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Manganelli invisita al centro cinofilo di Nettuno


Manganelli invisita al centro cinofilo di Nettuno
03/03/2011, 10:03

Ieri mattina il Capo della Polizia Prefetto Antonio MANGANELLI, al termine della cerimonia d’inaugurazione del primo poligono multimediale della Polizia di Stato, istituito presso il Centro Nazionale di Specializzazione e Perfezionamento al Tiro di Nettuno, ha accettato l’invito del COISP di visitare il Centro Cinofili della Polizia di Stato di Nettuno.

Il COISP ha evidenziato, da tempo, la necessità di una rivalutazione del Centro Cinofili di Nettuno specificando che probabilmente, nell’attività di razionalizzazione di cui si sta facendo carico il Dipartimento della P.S., sono stata sottovalutate le particolari professionalità presenti nello stesso, arrivando ad una decisione, quella di chiudere il Centro, che fa correre il serio rischio di incrinare gravemente la funzionalità presente e futura di una specialità, quella dei Cinofili della Polizia di Stato, tanto amata quanto necessaria alle esigenze di prevenzione e repressione dei reati su tutto il territorio nazionale.

Contro la chiusura del Centro si è potuta notare una particolare e forte coesione sociale tra appartenenti alla Polizia di Stato, Cittadini, Amministrazione Comunale ed il COISP.  Oggi anche il Sindaco di Nettuno Alessio Chiavetta ha rappresentato al Capo della Polizia la contrarietà dell’Amministrazione comunale e dei cittadini di Nettuno nei confronti della chiusura del Centro Cinofili di Nettuno, evidenziando che non si può accettare che la città di Nettuno venga privata di decine di posti di lavoro e del relativo indotto economico, senza dimenticare il legame storico tra il Centro Cinofili e la cittadinanza di Nettuno che dura sin dal 1947.

Il Capo della Polizia, durante la sua visita al Centro Cinofili ha espresso parole di apprezzamento per il personale che con grande passione ed abnegazione si impegna sia nella formazione e specializzazione delle unità cinofile sia nelle attività operative. Ha inoltre potuto apprezzare la piena funzionalità del Centro che può ospitare fino a circa cento unità cinofile, con spazi adeguati ad assicurare una più che dignitosa ospitalità ai cani della Polizia di Stato.

Durante la visita al Centro Cinofili, il COISP ha ringraziato il Capo della Polizia per aver voluto verificare personalmente la funzionalità e le criticità che si potrebbero verificare a seguito della chiusura del Centro.

Al termine della visita, il Capo della Polizia ha assicurato una sua attenta valutazione delle problematiche evidenziata dal COISP al fine di individuare idonee soluzioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©