Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Marcianise, Coca-Cola HBC Italia apre al pubblico


Marcianise, Coca-Cola HBC Italia apre al pubblico
04/06/2012, 14:06

Marcianise (CE), 3 giugno 2012 – In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, martedì 5 giugno, Coca-Cola HBC Italia apre al pubblico, con visite riservate alle scuole al mattino, lo stabilimento di Marcianise e tutti i suoi altri impianti in Italia con l’iniziativa “Aperti per te - Ogni giorno lo dedichiamo all’ambiente, entra nel mondo Coca-Cola”, presentando i dati del Rapporto Socio-Ambientale 2011, un resoconto sulle principali attività svolte dall’azienda in quattro ambiti chiave: luogo di lavoro, ambiente, mercato e comunità, disponibile da domani sul sito internet creato ad hoc www.lanostraricetta.it <http://www.lanostraricetta.it>

«Con questa iniziativa vogliamo condividere con la popolazione campana la realtà aziendale del nostro stabilimento, uno dei più grandi e moderni per capacità produttiva in Italia, ribadendo il nostro ruolo di guida per tutti gli impianti di Coca-Cola del Sud» ha dichiarato Alfonso Cocciola, Direttore dello stabilimento Coca-Cola HBC Italia di Marcianise. «Dotato di una linea ad alta velocità superefficiente in grado di produrre 120.000 lattine all’ora, lo stabilimento tutela le risorse idriche del territorio con due pozzi operativi dal 2011».

Dal Rapporto emerge che Coca-Cola HBC Italia ha ridotto nel triennio 2009-2011 i consumi idrici del 7% per un litro di bevanda prodotta e del 9% per un litro di acqua minerale imbottigliata. Da sempre impegnata a tutelare il territorio in cui opera, l’azienda ha realizzato numerosi interventi per favorire le riserve idriche locali e ha in programma di investire 200.000 euro in nuove tecnologie destinate al recupero dell’acqua per il lavaggio dei filtri nei suoi impianti produttivi, che si potrà così riutilizzare, consentendo un ulteriore risparmio.

Anche sul fronte energetico si registra un contenimento dei consumi diminuiti nel triennio 2009/2011 del 9% per litro di bevanda prodotta e del 21% per l’imbottigliamento di un litro di acqua minerale. In questo settore l’azienda ha investito, dal 2008 ad oggi, 3 milioni e 900 mila euro.

L’attenzione di Coca-Cola HBC Italia si è concentrata negli ultimi anni sulle energie alternative: ad oggi sono cinque, tra cui Marcianise, gli stabilimenti dotati di pannelli fotovoltaici che consentono una riduzione di 1,68 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera. In programma nel 2012 l’installazione di due nuove strutture anche a Elmas (CA) e Rionero (PZ). Nel campo della cogenerazione, l’azienda ha in programma di realizzare un terzo impianto presso lo stabilimento di Marcianise, dopo quello di Nogara (VR), in funzione dal 2010 e di Oricola (AQ), operativo dall’autunno 2012. Grazie all’utilizzo di fonti alternative e ad attività mirate per limitare i consumi energetici, come ad esempio l’adozione di vetture destinate alla flotta aziendale a basso impatto ambientale, nel 2011 Coca-Cola HBC Italia ha diminuito complessivamente di 738 tonnellate le emissioni di CO2 immesse in atmosfera.
La riduzione delle materie prime e la cultura del riciclo hanno dato riscontri significativi: nel triennio 2009-2011 i rifiuti sono calati del 19% per la produzione delle bevande e del 31% per l’imbottigliamento delle acque minerali. In particolare, la sgrammatura delle bottiglie in PET ha portato a una riduzione di 2.457 tonnellate di materie plastiche impiegate. L’azienda raggiunge livelli di eccellenza in termini di riciclo con il 97% dei materiali di scarto recuperati, 100% presso i siti di imbottigliamento delle acque minerali.

Oltre agli esemplari risultati raggiunti in campo ambientale, il 2011 è stato un anno importante per Coca-Cola HBC Italia anche sul fronte sicurezza, con una diminuzione del 25% degli infortuni sul lavoro. Un dato significativo che premia il costante lavoro di confronto e ricerca dell’azienda a favore della prevenzione e il suo impegno in programmi di formazione per i dipendenti, 93.699 le ore dedicate solo nell’ultimo anno.

L’attività di comunicazione di www.lanostraricetta.it sarà supportata dalla distribuzione di 250.000 cartoline, destinate agli stakeholder aziendali e anche a tutti gli ospiti che, martedì 5 giugno, visiteranno lo stabilimento di Marcianise in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente: un nuovo modo di conoscere e scoprire il “mondo Coca-Cola”, condividendo risultati e progetti dell’azienda in termini di responsabilità sociale d’impresa.


Coca-Cola HBC Italia, parte del Gruppo Coca-Cola Hellenic, è la più grande società attiva in Italia che produce e distribuisce i marchi della The Coca-Cola Company. L’azienda impiega oltre 3.000 dipendenti, dislocati nella sede centrale di Milano, nel deposito di Buccinasco (MI), nel centro assistenza di Campogalliano (MO) e nei cinque stabilimenti per la produzione di soft drink, situati a Nogara (VR), Gaglianico (BI), Oricola (AQ), Marcianise (CE) ed Elmas (CA). Altri due impianti sono destinati all’imbottigliamento di acqua minerale: Rionero in Vulture (PZ) e Monticchio (PZ). Impegnata nel campo della responsabilità sociale d’impresa, Coca-Cola HBC Italia pubblica ogni anno un Rapporto Socio-Ambientale in cui documenta le attività svolte per la comunità, nel mercato, in campo ambientale e sul posto di lavoro. Informazioni dettagliate su Coca-Cola HBC Italia, sulla sua attività e sul suo impegno nel campo della Corporate Social Responsibility sono disponibili sul sito www.coca-colahellenic.it e condivise sul profilo www.twitter.com/CocaColaHBCI

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©