Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

Marone: cedito d'imposta per incrementare l'occupazione


Marone: cedito d'imposta per incrementare  l'occupazione
19/12/2009, 18:12

La Giunta regionale, su proposta dell’Assessore alle Attività Produttive, Riccardo Marone, ha approvato il Disciplinare con il quale si definiscono condizioni e modalità di concessione e fruizione del “Credito d’imposta per l’incremento dell’occupazione”.
L’aiuto suddetto, in regime de minimis, si rivolge alle imprese di qualsiasi dimensione che effettuano nuove assunzioni destinate ad unità locali già esistenti o che vengano impiantate nel territorio regionale, purché le nuove assunzioni rappresentino un incremento del numero di lavoratori in forza presso l’impresa nei dodici mesi precedenti.
I lavoratori assunti per coprire i nuovi posti creati devono essere residenti in Campania ed essere iscritti a Centri per l’Impiego campani o nelle liste di mobilità relative al territorio regionale, ovvero devono fruire della Cassa Integrazione Guadagni ordinaria, straordinaria o in deroga.
L’agevolazione spetta sia nel caso di assunzioni a tempo indeterminato, pieno o parziale, sia nel caso di assunzioni a tempo determinato, pieno o parziale, purché il relativo contratto abbia durata almeno triennale.
Sono altresì agevolabili le assunzioni di lavoratori con contratti a tempo pieno e indeterminato derivanti dalla trasformazione di contratti a tempo determinato, pieno o parziale, anche nella forma di apprendistato. Tali assunzioni configurano un incremento occupazionale rilevante ai fini del credito d’imposta, anche laddove non determinino alcun reale incremento rispetto al numero di lavoratori dipendenti mediamente occupati nei dodici mesi precedenti alla data di assunzione.
Il credito d’imposta, da calcolarsi in percentuale rispetto alla retribuzione media spettante a ciascun lavoratore agevolabile, spetta per un periodo di diciotto mesi a decorrere dal mese in cui l’agevolazione è concessa ed è fruibile su base mensile.
La concessione dell’agevolazione è subordinata alla presentazione, in via telematica, di un’apposita istanza.
La fruizione dell’aiuto è invece automatica e subordinata solo all’effettiva realizzazione dell’incremento occupazionale, nonché al pagamento delle retribuzioni spettanti ai lavoratori agevolati.
Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, entro il termine massimo di 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©