Istruzione e lavoro / Università

Commenta Stampa

Master beni confiscati, una delegazione in Sicilia


Master beni confiscati, una delegazione in Sicilia
04/11/2011, 17:11

Sara' in Sicilia, da oggi fino al 7 novembre, una delegazione composta dagli allievi del Master di 1° livello in Promozione, valorizzazione e riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, promosso dall'Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, in collaborazione con la Fondazione Pol.i.s. della Regione Campania, in partenariato con Libera e i consorzi Agrorinasce e S.O.L.E., e finanziato dalla Fondazione con il Sud.

Il gruppo, guidato da Geppino Fiorenza, referente regionale di Libera e componente del CdA della Fondazione Pol.i.s., e da Lucia Rea, dirigente della Polizia provinciale di Napoli e del consorzio S.O.L.E., visitera' i terreni sottratti alla mafia e coltivati da cooperative giovanili a S. Giuseppe Jato e a Corleone, l'agriturismo "Portella della ginestra" e luoghi simbolo della lotta a cosa nostra, come l'Aula bunker, l'albero Falcone e Via d'Amelio. Un confronto e un approfondimento importante, che dara' luogo ad un reportage utile anche ai fini del lavoro finale del Master e della giornata ad esso dedicata, prevista per il 25 novembre prossimo al Suor Orsola Benincasa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©