Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

MATURITA': LUNEDI' L'ULTIMA PROVA


MATURITA': LUNEDI' L'ULTIMA PROVA
20/06/2008, 09:06

Terza ed ultima giornata, lunedi'  per le prove scritte per la Maturita' 2008, il cosiddetto 'quizzone', domande multidisciplinari su almeno quattro materie.

Ieri le seconde prove:  ben 912 indirizzi di studio, tra ordinamentali (100) e sperimentali (812) e ognuno ha avuto il suo secondo scritto ad hoc. Al liceo classico, confermando il tam tam mattutino sui siti studenteschi, è stato proposto per la versione di greco un brano tratto da "Un codice etico per lo storico" di Luciano.

PROBLEMI DI GEOMETRIA ALLO SCIENTIFICO - Un problema sul triangolo rettangolo e uno sul semicerchio; 10 domande del questionario fra equazioni, polinomi ma anche una domanda sul 'codice della strada' e le pendenze delle salite.

PER L'ARTISTICO PROGETTO DI STAZIONE FS - Ideare, nell'ambito di una stazione ferroviaria, una struttura da destinare ad attesa, biglietteria, bar-caffetteria-edicola e relativi servizi igienici. E' la prova che hanno dovuto affrontare stamani gli studenti del liceo artistico (corso di ordinamento) impegnati nel secondo scritto degli esami di maturità. Agli studenti sono stati richiesti schizzi preliminari, piante e anche una relazione illustrativa del percorso ideativo e delle scelte di progetto. Per gli studenti dell'artistico la prova può essere articolata in una durata massima di tre giorni (6 ore per ciascun giorno).

COSTITUZIONE 'TORNA' ALL'ISTITUTO D'ARTE - La Costituzione, già proposta ieri nelle tracce per la prova di italiano, torna oggi anche nel secondo scritto proposto agli studenti dell'istituto d'arte. Ai candidati si chiede, infatti, di progettare una mostra permanente, con una esposizione a rotazione, che parta, appunto, con un allestimento dedicato al 60mo anniversario della Costituzione. Anche per gli istituti d'arte la prova può avere una durata massima di tre giorni (6 ore per ciascun giorno).

LE SOLUZIONI ONLINE DA SUBITO - Le traduzioni della versione di greco erano già in rete dalla prima mattinata. Alle 10.45 Skuola.net ha pubblicato in italiano il brano di Luciano di Samostata dal titolo "Il codice etico per lo storico". Tra gli altri siti che hanno messo in rete il testo ci sono Matura.it, StudentVille e Studenti.it. Sono poi arrivate in rete anche le soluzioni per la matematica allo Scientifico: una prova trigonometria e una di geometria.

Anche questa seconda prova, come quella di ieri, è predisposta dal ministero e ha come obiettivo quello di accertare che il candidato abbia specifiche conoscenze relative al corso di studi frequentato. Può essere articolata in più proposte a scelta del maturando che può decidere anche la lingua in cui svolgere la traccia proposta qualora per il suo corso di studi sia uscita come materia la lingua straniera.

CANFORA, UN BRANO INTERESSANTE,'TAGLIO'ININFLUENTE
"Un'ottima scelta, per il contenuto e per la lingua scorrevole, non difficile", afferma il grecista Luciano Canfora a proposito del brano per la versione di greco proposto oggi all'esame di maturità, i capitoli 41 e 41 bis da 'Come si scrive la storia' di Luciano di Samostata. "E' un brano che si propone come manifesto critico verso il revisionismo storico deteriore - spiega lo studioso, docente di Filologia greca all'Università di Bari - invitando lo storico a non compiacere il potere, a non essere servile. Un bel passo questo, in cui Luciano cita Tucidide che a sua volta parla di Erodoto che ha consegnato ai posteri la verità, che fa della storia uno strumento utile. La verità è la parola centrale, in contrasto con gli storici che distorcono e falsificano i fatti. In altro punto Luciano denuncia per esempio un tal Calpurniano, che racconta inesistenti vittorie romane contro i Parti". Quanto al fatto che sia stato tagliato un periodo dal testo originale, per Canfora "non è una cosa proprio bella, ma nemmeno così disdicevole: è usuale nella scuola far tagli per abbreviare i testi da far tradurre agli studenti. L'importante é che il taglio non alteri il senso o renda difficile capirlo per riuscire a tradurlo correttamente. Ma non mi pare questo il caso".

ESPERTO, PROVA MATEMATICA ERA ABBORDABILE

 Una prova di matematica tutto sommato "abbordabile". Così Donato A. Ciampa ricercatore presso l'università degli studi della Basilicata, giudica il secondo scritto proposto al liceo scientifico. "Come al solito, qualche folle trigonometrista ci ha messo lo zampino, tirando fuori lo studio di una funzione trigonometrica e con valore assoluto (anche se probabilmente nessuno se ne è accorto) che portava via almeno un'oretta buona di tempo. Per il resto il problema 2 dello Scientifico tradizionale è stato finalmente - sostiene Ciampa a Skuola.net - un problema di analisi infinitesimale e non di 'chi piu' ne ha più ne mettà, come negli ultimi anni. Per il problema 2 del Pni (sperimentale) ho da recriminare solo una eccessiva laboriosità nella ricerca delle radici con un metodo numerico qualsiasi. I problemi 1 di entrambe le tracce presentavano invece, come al solito, le tipiche richieste fuori luogo: trigonometria (anche abbastanza laboriosa e rompiscatole nel caso dello Scientifico) e geometria analitica (che se al quinto si ricordano l'equazione della retta è già un miracolo) per il Pni". Quanto ai quesiti, secondo il ricercatore, "le domande erano coerenti con i programmi di studio e con le conoscenze medie che uno studente di quinto anno di Liceo dovrebbe avere" e alcune "mettevano alla prova non solo le conoscenze matematiche, ma anche la capacità di ragionare per un attimo fuori dagli schemi".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©