Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

MICHELE DI IORIO CONFERMATO ALLA GUIDA DELLE FARMACIE DI NAPOLI E PROVINCIA


MICHELE DI IORIO CONFERMATO ALLA GUIDA DELLE FARMACIE DI NAPOLI E PROVINCIA
11/11/2008, 08:11

 

Caratterizzata da una massiccia affluenza degli oltre 750 titolari di farmacia iscritti, si sono concluse le votazioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo di Federfarma Napoli per il triennio 2009 – 2011.
La lista guidata dal Presidente uscente, Michele Di Iorio, ha riportato una schiacciante affermazione replicando il risultato conseguito nel 2006; il Consiglio Direttivo risulta profondamente rinnovato nei suoi componenti, con l’ingresso di nuovi rappresentanti capaci di garantire la più ampia rappresentanza delle farmacie dislocate sul territorio dell’intera provincia di Napoli.
Il Consiglio neo eletto sarà convocato in settimana per procedere alla designazione dei propri vertici, così come previsto dallo statuto dell’Associazione napoletana dei titolari di farmacia: l’investitura del presidente, dunque, sarà formalizzata proprio nel corso la prima assemblea.
 
“L’auspicio per il prossimo triennio  - dichiara Michele Di Iorio - è che non ci siano sempre e solo da inseguire le emergenze finanziarie, ma che si possano programmare iniziative tese a migliorare i servizi offerti dalle farmacie. D’altra parte una recente indagine demoscopica ha evidenziato come il servizio più apprezzato dai cittadini italiani sia proprio quello fornito dalle farmacie; l’obiettivo è quello di confermare la fiducia che i cittadini ripongono nel servizio espletato dalle farmacie private”.
 
“Mi auguro che il prossimo triennio - conclude Di Iorio -  possa vedere, con una Regione finalmente sollevata da emergenze economiche, decollare il nuovo modello della farmacia dei servizi; un modello che Federfarma ha già messo a punto, sia dal punto di vista informatico, che da quello della formazione professionale dei singoli titolari di farmacia. Il CUP, ossia il Centro Unico di Prenotazione, con il quale i cittadini potranno prenotare accertamenti diagnostici e visite specialistiche direttamente in farmacia, potrebbe essere il primo segnale di una volontà collaborativa tra le ASL e Federfarma Napoli”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©