Istruzione e lavoro / Lavoro

Commenta Stampa

MISERO STRISICIONI SUL PALCO DI PINO DANIELE: REVOCATO OBBLIGO DI FIRMA


MISERO STRISICIONI SUL PALCO DI PINO DANIELE: REVOCATO OBBLIGO DI FIRMA
25/07/2008, 10:07

Il Tribunale di Napoli ha deciso di revocare l’istanza dell’ obbligo di firma ai danni dei 10 disoccupati arrestati l’ 8 Luglio scorso, durante un’ iniziativa del Coordinamento di Lotta x il lavoro, unione disoccupati organizzati, movimento disoccupati scampia e movimento disoccupati in lotta x il lavoro. L’iniziativa di esporre striscioni e rivendicazioni sul palco montato per il concero di Pino Daniele voleva attirare l’ attenzione sulle vertenze in atto dei corsisti ISOLA, indultati e disoccupati. Ricordiamo che i disoccupati arrestati hanno subito maltrattamenti ed offese da parte del reparto celere e digos, inoltre alle donne ( erano in 6 ) è stata violata la privacy intima durante la detenzione notturna nelle celle di sicurezza, dove nelle stesse celle sono state picchiate e denigrate.

Al di là dei particolari questo episodio è un chiaro segnale di criminalizzazione e repressione nei confronti dei movimenti che lottano per un miglioramento delle condizioni di vita e salariali di disoccupati e precari, per la tutela dell’ambiente. La revoca dell’obbligo di firma per i 10 disoccupati arrestati l’ 8 Luglio rappresenta una grande vittoria per il movimento, una giustizia proletaria che trionfa e fa capire che nessun aspetto o teorema di criminalizzazione può fermare le giuste lotte per le giuste cause, come il lavoro.
 
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©