Istruzione e lavoro / Imprese

Commenta Stampa

Montepaschi, premio Randstad 2011 per l'equilibrio vita lavoro


Montepaschi, premio Randstad 2011 per l'equilibrio vita lavoro
15/03/2011, 16:03

Siena, 15 marzo 2011 – Monte dei Paschi di Siena è l’unica Banca a salire sul podio della rassegna Randstad Award, primo appuntamento in Italia a premiare le imprese che esercitano maggiore appeal nei confronti dei lavoratori.

All’istituto senese è stato assegnato il riconoscimento speciale Randstad Globe 2011 nella categoria “work life balance”, per aver saputo comunicare ai potenziali candidati l’immagine di un’azienda che sostiene i propri dipendenti nella ricerca di un equilibrio tra esigenze di sviluppo professionale e ritmi della vita quotidiana.

<<Essere premiati per la categoria “work life balance” fra un numero così ampio e importante di aziende è per noi motivo d’orgoglio e soddisfazione. Questo riconoscimento riflette l’impegno continuo di Banca Monte dei Paschi per realizzare condizioni lavorative adeguate alla valorizzazione delle persone e delle professionalità - sottolinea Fabrizio Rossi, vice direttore generale vicario e responsabile della direzione Risorse Umane, Organizzazione e Logistico-Immobiliare di Banca Monte dei Paschi di Siena. Questo non solo in termini di ambiente e processi di lavoro, formazione e percorsi di sviluppo, ma anche per la qualità del welfare aziendale (orientato alla persona ed alla famiglia, anche in logica di previdenza e protezione), ed alla costante attenzione all’equilibrio tra lavoro e vita privata dei dipendenti, come base fondamentale per sostenere l’impegno e la crescita delle risorse nel tempo. Da ciò deriva anche il forte senso di appartenenza, che costituisce, storicamente, parte integrante della nostra cultura e fattore distintivo nell’ambito del sistema bancario>>.

Il premio è il risultato di una ricerca commissionata da Randstad holding, secondo player al mondo nel mercato dei servizi per le risorse umane, a ICMA in 12 Paesi di tutto il globo. L’istituto di ricerca ha sondato le opinioni di un campione di 7.000 “potenziali futuri dipendenti” di età compresa tra i 18 e i 65 anni. Per misurare l’attrattività delle aziende sono state considerate 150 società rappresentative di oltre 750 imprese con più di 1.000 impiegati, presenti su tutto il territorio italiano e attive in 14 diversi settori merceologici.

Banca Monte dei Paschi di Siena è risultata attrattiva per il 54% dei potenziali candidati che hanno dichiarato di conoscere l’azienda. Tra questi è più alto l’appeal esercitato nei confronti delle donne tra i 35 e i 44 anni (61,5%), degli impiegati (61%) e per chi ha un diploma di scuola media superiore (60%).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©